Supercoppa, Micciché tranquillizza Salvini e Boldrini: “Le donne potranno andare da sole allo stadio”

Supercoppa Italiana

E’ stata una decisione che ha mobilitato anche due figure importantissime, e nettamente contrastanti, della politica italiana quella di far giocare, il prossimo 16 gennaio, la finale di Supercoppa Italiana 2019 tra Juventus e Milan in Arabia Saudita.

Infatti, sia Matteo Salvini che Laura Boldrini, politici con ideali completamente diversi e in continuo conflitto, si sono schierati contro la scelta della Lega di far giocare tale finale in un paese arabo che, da sempre, è stato molto restrittivo per quanto riguarda la libertà delle donne.

Sebbene, nel video pubblicato sulla propria pagina Facebook ufficiale, il ministro dell’Interno abbia chiamato in causa e attaccato l’ex presidente della Camera dei Deputati, entrambi si sono detti indignati, visto che l’Arabia è un paese che vieta alle donne di entrare allo stadio senza l’accompagnamento di un uomo.

A spegnere le fiamme ci ha provato Gaetano Micciché, presidente della Lega Serie A, che ha dichiarato che le donne saranno libere di presentarsi allo stadio senza nessun uomo che le accompagni.

Ecco, riportate da gazzetta.it, le parole di Micciché:

“La nostra Supercoppa sarà ricordata dalla storia come la prima competizione ufficiale internazionale a cui le donne saudite potranno assistere dal vivo. E voglio precisare che le donne potranno entrare da sole alla partita senza nessun accompagnatore uomo, come scritto erroneamente da chi vuole strumentalizzare il tema”.

CONDIVIDI