Sta nascendo la nuova Italia: un anno dopo la disavVENTURA mondiale

Sono trascorsi trecentosessantacinque giorni da quella terribile notte di Milano dove l’Italia si è vista strappare il pass mondiale dalla Svezia in virtù di uno scialbo 0-0 in casa nostra. 

Della disfatta azzurra l’unico colpevole è sicuramente Giampiero Ventura, tecnico uscente del Chievo che non ha brillato per lealtà e modestia sia a Verona che a Coverciano.

Dal punto più basso della storia della Nazionale si è deciso di ripartire, affidando la panchina al grande Mancini e cambiando qualcosa in Federazione. La green line che il tecnico di Jesolo sta portando avanti ha gia iniziato a dare i suoi frutti e gli azzurri- come le Fenici- stanno provando a rinascere dalle loro ceneri. 

A conferma del cambio generazionale voluto dal Mancio è la lista dei nuovi convocati azzurri, all’interno della quale non figurano più ben SEI senatori considerati da sempre lo zoccolo duro della Nazionale. Buffon, Barzagli, De Rossi, Parolo, per loro la porta di Coverciano sembra chiusa per sempre.

Spazio alle nuove leve con freschezza e tanta voglia di fare, dentro dunque i vari Zaniolo, Pellegrini, Sensi e chi la maglia azzurra l’ha già vestita con onore: Giovinco, Lasagna, Jorginho.

L’Italia si prepara a risorgere per regalarci altre mille NOTTI MAGICHE.

CONDIVIDI
Vincenzo, classe 1998, amante del bel calcio e della Juve. Il mio preferito: Roberto Baggio, IL GIOCATORE.