Il difensore francese Jeremy Mathieu, trasferitosi dal Barcellona allo Sporting Lisbona nell’ultima sessione di mercato, ha parlato della sua attuale esperienza in Portogallo e tornando a quella non semplicissima vissuta in blaugrana, dove è stato più volte criticato.

Mi sento benissimo. La pressione è inferiore rispetto a quella che ho avvertito in Spagna, soprattutto a causa della stampa. Ho vissuto momenti difficili, appena sbagliavo qualcosa mi attaccavano.

Mi volevano “uccidere” anche sul tema del fumo. Non sono il primo e non sarò l’ultimo calciatore a fumare. La cosa importante è che i tifosi siano soddisfatti per quello che faccio in campo”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008