Allo stadio Paolo Mazza di Ferrara arriva il Napoli di Sarri, a punteggio pieno dopo 5 partite condite da 19 goal fatti e soltanto 3 subiti, che affronterà nell’anticipo della sesta giornata di Serie A la Spal di Leonardo Semplici, finora la migliore tra le tre neopromosse, avendo raccolto in cinque giornate quattro punti, seppur con 8 reti subite a fronte di soltanto 3 marcature andate a segno.

ANALISI DELLA PARTITA

Sarri non si fida del turnover completo e schiera in attacco il solito trio Callejon-Mertens-Insigne, supportati da Zielinski e Hamsik con Diawara in cabina di regia davanti alla difesa. Semplici, invece, non teme il piccolo trio partenopeo e conferma la difesa a tre con Salamon, Vicari e Felipe. Borriello e Antenucci sono i due estremi offensivi che dovranno vedersela con la coppia Koulibaly-Maksimovic, quest’ultimo alla prima stagionale.

Pronti, via ed è subito la Spal ad impensierire gli ospiti: ripartenza dei padroni di casa con Borriello che serve Antenucci sul cui cross Ghoulam rischia l’autorete. Al 6′ il Napoli potrebbe passare in vantaggio con Hamsik che entra in area, salta secco Lazzari e col destro sul primo prova a sorprendere Gomis, che si fa trovare pronto. Ma è la Spal a trovare il vantaggio: su ripartenza Mora serve Antenucci che di prima assiste Schiattarella per la conclusione ad incrociare che batte Reina per l’1-0 al 13′ firmato Spal. Passano solo 77 secondi e il Napoli trova il pari: Callejon scarica su Insigne che senza pensarci col mancino batte Gomis dalla soglia dell’area di rigore, rimettendo i suoi in carreggiata. La Spal dimostra di non avere paura dei partenopei e pressa molto alto costringendo la capolista all’errore in fase di impostazione. Tanto che nei primi minuti del secondo tempo sembra la squadra di Ferrara determinata a tornare in vantaggio, sostenuta anche dal pubblico di casa, mentre il Napoli soccombe regalando in più occasioni l’angolo per respirare. La squadra di Sarri si affaccia in area avversaria al 62′ su uno scambio tra Mertens e Ghoulam che porta l’algerino davanti a Gomis che chiude. Un minuto dopo Zielinski ci prova da lontano, palla che si spegne a lato. Al 71′ Ghoulam taglia tutta la difesa ferrarese con un cross perfetto di prima che trova puntuale Callejon di testa in posizione regolare: 2-1 e Napoli che effettua l’ennesima remuntada di stagione. Passano solo 30 secondi e Arkadiusz Milik, subentrato al connazionale Zielinski, potrebbe ripetere il gol di Callejon, ma Gomis gli nega la marcatura. Passa ancora un minuto e stavolta è Mertens a presentarsi davanti al numero 1 della Spal, che ancora una volta nega il gol ai partenopei: grande prestazione del senegalese in prestito dal Torino. Al 75′ Rog prende il posto del belga e dopo pochi secondi causa un calcio di punizione dal limite per la Spal, dove si presenta Federico Viviani: l’ex Bologna si fa trovare pronto e batte Reina sul suo palo per il pareggio Spal. Ma il Napoli non ci sta ed è ancora Faouzi Ghoulam ad essere decisivo: al 82′ grande percussione dalla sinistra, si avvicina all’area di rigore, rientra sul destro e col suo piede peggiore deposita in rete col piatto il gol del 2-3. All’87’ potrebbe dilagare il Napoli con una ripartenza orchestrata da Rog che serve Milik davanti a Gomis, ma il portiere senegalese si oppone per l’ennesima volta. Il Napoli finisce il match in 10, a causa di un infortunio accorso proprio al polacco al 90′. Tre punti importanti per gli azzurri, ancora a punteggio pieno, che faticano più di quanto ci si aspettasse sul campo della Spal. La squadra di Semplici esce a testa altissima dal Penzo, con la consapevolezza di avere la stoffa per stare in Serie A.

SPAL (3-5-2): Gomis 7; Salamon 6.5, Vicari 6, Felipe 6 (65′ Vaisanen 6); Lazzari 6.5, Schiattarella 7, Viviani 7, Mora 5.5 (80′ Rizzo sv), Costa 6.5; Borriello 6 (86′ Paloschi), Antenucci 6. All. Semplici.

NAPOLI (4-3-3): Reina 5.5; Hysaj 6, Koulibaly 6, Maksimovic 6.5, Ghoulam 7.5; Diawara 6, Zielinski 6.5 (68′ Milik 6), Hamsik 5.5 (60′ Allan 6.5); Callejon 7, Mertens 6.5 (75′ Rog 6), Insigne 7. All. Sarri.

Arbitro: Mariani di Aprilia

Marcatori: Schiattarella 13′ (S), Insigne 14′ (N), Callejon 71′ (N), Viviani 77′ (S), Ghoulam 83′ (N)

Note: Ammoniti: Insigne 9′ (N), Salamon 38′ (S), Viviani 52′ (S), Schiattarella 66′ (S). Recupero: 1′ pt, 5′ st.

TOP 90ESIMO – Ghoulam 7.5: Ha grandi doti offensive e si sa, ma oggi è stato il vero mattatore della partita: assist perfetto a Callejon per il momentaneo vantaggio e gol magnifico per il definitivo 3-2.

FLOP 90ESIMO – Reina 5.5: Sul primo gol non ha grosse colpe, ma il secondo è sul suo palo (e neanche così irresistibile) e le responsabilità sono sue. Non sta incidendo positivamente come invece il resto della squadra. Forse è il caso di mettersi alla ricerca di un sostituto.

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008