A margine dell’evento per la consegna del premio “Pallone di Marmo” a Carrara, il tecnico della SPAL Leonardo Semplici ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di TMW Radio sul mercato degli estensi e sul prossimo campionato. Queste le sue parole, riportate da Tuttomercatoweb.com:

“Il mercato? Stiamo allestendo una squadra che possa permetterci di fare una bella figura in serie A. Abbiamo un budget inferiore a tutti, abbiamo tante idee e tanto entusiasmo, attraverso questo cercheremo di prendere giocatori con i giusti requisiti per la nostra squadra. Meret resta? Speriamo, sarà un’impresa trattenerlo, ha tante richieste. Il ragazzo vorrebbe fare il titolare da noi, speriamo che anche l’Udinese sia dello stesso pensiero. I nuovi arrivi? Sono giocatori d’esperienza che hanno già fatto la serie A. Sono convinto che ne arriveranno altri, la squadra che stiamo allestendo deve avere motivazioni particolari. Per arrivare alla salvezza serve l’aspetto morale prima di quello tecnico. Chi cerchiamo in attacco? Sarebbe bello avere un giovane con esperienza in serie A. Su chi farà la corsa la SPAL? Lotteremo per la salvezza, cercheremo di raggiungere questo difficile obiettivo. Faremo altri acquisti, dobbiamo completare il reparto. L’importante era confermare il gruppo che ha fatto bene in questi anni. Viviani? È un bel giocatore, non so se è stato raggiunto l’accordo. Ha qualità e personalità, mi auguro che possa diventare un giocatore determinante per la SPAL.

La Fiorentina? Non mi aspettavo il comunicato dei Della Valle, credo sia stata una provocazione. Non mi permetto di giudicare, io ho avuto la fortuna di lavorare con la Fiorentina. È una società seria con programmi importanti. Il campionato è stato sotto le aspettative, ma la Viola ha tutti i mezzi per tornare a competere per traguardi più importanti. Bernardeschi alla Juve? Mi auguro che sia per lui la scelta più giusta, anche se da tifoso della Fiorentina avrei voluto vederlo ancora in viola. Gli auguro il meglio, se lo merita. Il prossimo campionato di serie A? Le milanesi, la Roma e soprattutto il Napoli potranno insidiare la Juventus, anche se i bianconeri sono ancora la squadra da battere”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008