A margine della consegna del premio Torrino D’Oro a Firenze, il tecnico della SPAL Leonardo Semplici ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni dei media presenti. Queste le sue parole, riportate da Calciomercato.com:

La gara di domenica con l’Inter? “È una gara bella e difficile, siamo partiti col piede giusto in campionato. Tanti già ci danno per retrocessi ma intanto abbiamo conquistato quattro punti che ci fanno ben sperare per il futuro. Il nostro campionato sarà difficilissimo, domenica proveremo a dare filo da torcere a una squadra forte. Per me l’Inter lotterà per lo scudetto. Noi abbiamo da perdere tre punti, come loro. Giocheremo con coraggio e personalità, loro sono più forti di noi e lo sappiamo. Noi proveremo però a mettere in campo le nostre qualità, daremo tutto per novanta minuti e proveremo a conquistare qualche punto. Sarà difficilissimo, ma ci proveremo”.

Icardi è marcabile? Quanto è pesante l’infortunio di Floccari? “Spero che l’argentino sia marcabile. Floccari per noi è importante, un ragazzo eccezionale sotto l’aspetto tecnico e morale. La sua assenza sarà pesante, ma chi lo sostituirà darà tutto per non farlo rimpiangere”.

La scuola toscana degli allenatori? “Già essere a San Siro, contro Spalletti e contro l’Inter, è davvero bello. Io sono partito dal basso, ho ancora tanta strada da percorrere. Abbiamo entusiasmo e grande voglia di stupire, abbiamo conquistato questa categoria con merito e vogliamo mantenerla fino alla fine”.

Borriello? “Si è integrato bene, è un ragazzo eccezionale che si è ben presentato. Sulla carta abbiamo buoni attaccanti, ma anche una buona squadra e un buon gruppo. Proveremo a fare qualcosa di importante, la salvezza sarebbe storica. Il mercato appena concluso? Ci sono intenzioni serie da parte del club, abbiamo lottato per la Serie A e non vogliamo lasciarla. Abbiamo allestito una squadra per questa categoria, in base al nostro budget che è l’ultimo della Serie A. La dirigenza s’è ben comportata, abbiamo portato a Ferrara calciatori con requisiti importantissimi”.

Cosa ne pensa di Bonifazi? “Con noi ha giocato poco in Lega Pro, ha fatto molto bene in Serie B e ora è tornato nel club di appartenenza. Spero che possa affermarsi in Serie A, ha grandi qualità”.

Federico Chiesa (anche lui premiato, ndr)? “Non bisogna dargli troppe responsabilità, è giovane e si sta affermando con la Fiorentina e con la Nazionale. Ha un grande futuro, non bisogna considerarlo come il salvatore della patria ma bisogna chiedergli di portare il suo contributo alla Fiorentina”.

Pioli ha avuto l’intera squadra a disposizione solo a fine mercato? “Non ha bisogno dei miei consigli, è preparato ed esperto. Sa cosa fare in questa situazione. Fa effetto avere quattro punti in più della Fiorentina? No, fa effetto avere quattro punti (ride, ndr). Contro la Lazio abbiamo fatto una grande partita, con l’Udinese abbiamo vinto una gara importante. I ragazzi ci hanno creduto fino alla fine, quella vittoria per noi è davvero importantissima”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008