SPAL, Schiattarella: “Tutta la mia famiglia è tifosa del Napoli”

Pasquale Schiattarella, calciatore della SPAL, ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano Il Mattino: argomento principale del suo discorso, lo zero a zero contro la Juventus.

Queste le sue parole riportate da calciomercato.com: “Appena ho acceso il cellulare dopo la partita ho trovato una sessantina di messaggi da parte di parenti e amici. Tutti mi facevano i complimenti. Come me, tutta la mia famiglia è tifosa del Napoli così come lo sono i miei amici e la famiglia di mia moglie. Noi abbiamo fatto una grande partita e loro hanno giocato con tutti i titolari.

Sono sfide che si preparano da sole dal punto di vista degli stimoli, ma a livello di atteggiamento e concentrazione devi stare sul pezzo perché rischi di fare le figuracce. Dovevamo dare una svolta alla stagione perché fino a quella partita avevamo fatto troppo poco. Quella sconfitta ci ha dato fiducia e abbiamo capito che potevamo fare di più”.

Sul San Paolo: “Giocare in quello stadio mi regala sempre una grande emozione. Sono sempre stato innamorato di Hamsik fin dal primo giorno in cui è arrivato a Napoli: per me è il centrocampista più forte in Europa. Ha tecnica, corsa, tiro e sa fare gol e fase difensiva allo stesso tempo”.

Su Sarri: “Farei Sarri santo subito, insieme a San Gennaro. Anzi: fossi in De Laurentiis gli farei un contratto a vita perché il Napoli non ha mai avuto un allenatore così”.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.