Dopo una stagione brillante conclusa con la promozione in serie A, la Spal di Leonardo Semplici è già al lavoro per costruire la squadra che dovrà affrontare le big del calcio italiano.

In occasione dell’evento Football Leader 2017, l’ex allenatore della Fiorentina primavera ha cercato di analizzare, secondo quanto riportato da Calciomercato.it, le diverse mosse di mercato e i diversi elogi arrivati dopo un campionato spettacolare: “Questa settimana è molto intensa e non siamo abituati, ma ricevere questo riconoscimento oggi mi fa molto piacere. Condivido questo premio con la società della Spal, dal presidente ai calciatori che mi hanno permesso di realizzare questo cammino impensabile in due anni e mezzo. Quest’anno molti quotidiani ci davano per retrocesso e ciò dice tanto su questo nostro risultato, visto anche il 18 monte ingaggi della categoria. E’ stato un campionato lungo e difficile, ma ci aspetta una stagione emozionante e proveremo a raggiungere la salvezza. Fa piacere vedere una squadra storica come la Spal in un campionato come la Serie A, poi ci concentreremo sul futuro”.

MERET“Noi ci lavoriamo, ma il giocatore non è di nostra proprietà. Il ragazzo veniva da un campionato Primavera ed ha fatto benissimo in Serie B, sono convinto che tra qualche anno ne sentiremo molto parlare. Già è pronto per il Napoli? E’ stato convocato in Nazionale da Ventura e credo possa ambire a squadre come il Napoli.

NUOVI ARRIVI – “Per me allenatore è difficile, dovremo aspettare gli ultimi giorni di mercato per prendere giocatori al momento inarrivabile, cercheremo di allestire una squadra che ci permetta di raggiungere il nostro obiettivo, mediante idee e tanta passione. Paloschi? E’ sicuramente un buon nome”.

ULTIMA PROMOSSA“Carpi o Benevento? Siede in panchina un mio compaesano, Marco Baroni, e spero che passi il Benevento. Il Carpi è una squadra tosta, con esperienza, che ha affrontato un cammino difficile”.

SARRI “Ha fatto un lavoro straordinario, Maurizio ha trovato un presidente come De Laurentiis che ha avuto fiducia in lui ed il tecnico azzurro ha dato un’identità alla squadra, facendo crescere la squadra e credo che Sarri sia uno dei top tecnici in Europa. Nuovo Sarri? Sia io che Maurizio abbiamo fatto percorsi simili, fa piacere essere accostati a lui. Mi auguro un giorno di arrivare ai suoi standard, vorrei ottenere importanti risultati alla Spal che permettano di mettere in mostra i nostri giocatori ed anche me stesso”.

ANTENUCCI-FLOCCARI “Il merito è del direttore Vagnati che ha scelto questi giocatori, arrivati qui con la mentalità giusta e con un gruppo che ci ha permesso di mettere in mostra i vari singoli e ci hanno dato la possibilità di ottenere questo traguardo storico”.

CONDIVIDI
Classe 1994, studia Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Sabino di nascita e napoletano di adozione, coltivo la passione per il calcio e per la scrittura tanto da analizzare tutto ciò che ruota intorno a tale sport. Obiettivi futuri? Descrivere un calcio che unisce e da speranza a tutte le persone, senza differenze tra colori e categorie.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008