Federico Mattiello, dopo la sfortuna e gli infortuni delle ultime stagioni, è pronto a riscattarsi con la maglia della Spal. A parlare del laterale mancino di proprietà della Juventus è stato il suo agente, Andrea Pastorello, ai microfoni di Tuttojuve.com. Queste le sue parole:

Lo sto vedendo molto bene, sono felicissimo di averlo visto in campo per tutti i 90′ contro l’Udinese. Ci vorrà ancora un po’ di tempo prima che acquisisca la condizione fisica migliore ma è sulla buona strada“.

Raccontaci come è nata l’operazione che lo ha portato a Ferrara. Su di lui c’erano altre squadre come Verona e Udinese. “C’è stato molto interesse nei confronti del ragazzo, questo dimostra il suo valore perchè altrimenti non verrebbero a cercarlo tante squadre specialmente dopo un infortunio così lungo. Lo scorso anno, la Spal aveva espresso un bellissimo calcio e fin da subito abbiamo pensato che un ambiente senza troppe pressioni potesse esser l’ideale per ritrovare la condizione, la serenità e per continuare il cammino interrotto. Ci siamo indirizzati fin da subito verso questa possibilità”.

Era spuntata anche l’ipotesi Genoa. C’è mai stato un reale interesse del grifone? “No, il Genoa non è mai stato interessato al calciatore”.

Ritrovare minuti e continuità, ma quale altri obiettivi si prefigge Federico? “Bisogna andare per gradi. Quest’anno deve far più minuti e più partite possibili, non ci scostiamo da questo obiettivo. Poi, certo, strada facendo valuteremo se alzare il tiro o meno. Veniamo da un lungo infortunio e bisogna lavorare con umiltà in tutta tranquillità. E’ al 50% della preparazione, gli manca il ritmo partita ma le sue caratteristiche sono ben note a tutti”.

Il vostro obiettivo è anche quello della Juventus? “Sì, è stato mandato a Ferrara per giocare. Ha aiutato la Spal nell’ingaggio e ha allungato il contratto di un anno, questi sono due segnali evidenti che fan capire quanto la Juve sia attenta al futuro di Federico. Per questo ci sentiamo di ringraziarla, sperando che il ragazzo possa ripagare la fiducia che gli è stata data”.

Parlando, invece, di Meret, è stato vicino ai bianconeri oppure si è trattato solo di un accostamento? “No, sono stati soltanto accostamenti dati. E’ un giocatore che piace a tutti, non è una novità perchè lo ritengo tra i tre portieri del futuro in Italia. Meret piace a tutti ma con la Juventus non c’è mai stato modo di poter intavolare una trattativa. Abbiamo preferito rimanere alla Spal per continuare il percorso di crescita, l’anno prossimo poi vedremo”.


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008