#SorrentoErcolanese, decide capitan Gargiulo: rossoneri avanti in Coppa Italia Serie D

Prima gara ufficiale della stagione per il Sorrento 1945, compagine campana che l’anno scorso è riuscita ad ottenere la tanto agognata promozione in Serie D che ha significato per il sodalizio costiero ritornare tra i grandi, ma non ancora dove la piazza merita, dopo anni d’inferno in Eccellenza. Al Campo Italia gli sfidanti, nel match valido per il primo turno preliminare di Coppa Italia Serie D, erano i ragazzi di mister Maschio del Granata 1924 (ovvero l’Ercolanese, che per motivi burocratici non ha potuto ancora adottare la nomenclatura nota ai più, che probabilmente tornerà a battere sulle distinte di gara già durante questa stagione). 

Gara che inizia subito con uno squillo dei padroni di casa, con Todisco che sfonda l’out di destra e dopo un ottimo scambio con il nuovo acquisto Qehjaj conquista un calcio di rigore: capitan Gargiulo si posiziona dagli undici metri ma calcia centralmente e rasoterra, rendendo Capasso momentaneamente l’eroe di giornata, subito osannato dai tifosi ercolanesi al seguito della squadra che esplodono di gioia. Appena quattro giri di lancette dopo, arriva il riscatto per il capitano rossonero, ex di turno, che con una fantastica conclusione al volo dal vertice sinistro dell’area di rigore coglie fuori dai pali lo stesso Capasso infilandolo con una traiettoria imparabile. Palla al centro e subito arriva la reazione degli ospiti, tutt’altro che abbattuti dopo lo svantaggio: giocata sopraffina di Cassandro, che dopo un gran gioco di gambe serve Sorrentino, che dai 30 metri lascia partire un tracciante che si spegne di poco alla sinistra di Leone. Al 23′ occasione Granata, con Calemme che crossa ottimamente al centro battendo una punizione dalla trequarti, imbeccando Ba che incorna di poco fuori. Prima frazione di gioco che si conclude senza ulteriori grosse emozioni, come testimoniato dal recupero non assegnato dal direttore di gara.

Seconda frazione che si apre subito a ritmi altissimi, col Sorrento arroccato in difesa nel modo solido, concreto ed efficace che l’ha contraddistinto durante la scorsa stagione, e coi ragazzi guidati da mister Maschio col pallino del gioco a cercare di rimontare lo svantaggio. Dopo appena tre minuti ammonito De Rosa per un fallo a centrocampo. Al minuto 53′ Rizzo brucia tutta la fascia mancina, di sua competenza, e lascia partire un traversone pericolosissimo che però non trova nessun calciatore in casacca rossonera pronto ad approfittarne. Al minuto 57′ primo cambio per i padroni di casa, con Masi richiamato in panchina in favore del classe ’99 Paradiso. Quattro minuti dopo animate proteste da parte degli ospiti, che rivendicano un calcio di rigore in seguito ad un presunto tocco di mano in area di rigore da parte di un calciatore rossonero. Al minuto 64′ Guarracino richiama l’autore del gol Gargiulo in panchina e getta nella mischia l’esperto Fabio Cifani, a garantire maggior peso lì davanti. Al 22′ della ripresa squillo degli ospiti, col numero 10 Esposito che lascia partire un gran tiro dai 25 metri scheggiando la traversa, a Leone ormai battuto. Al minuto 71′ Rizzo, già in gran condizione atletica, va vicino alla rete del raddoppio al termine dell’ennesima sgroppata, quando si accentra e lascia partire un destro velenosissimo disinnescato da Capasso con un grande intervento. Al 73′ richiamato in panchina l’ammonito De Rosa: al suo posto entra il classe 2000 Bozzaotre. Al minuto 79′ Esposito calcia una gran punizione provando a sorprendere un Leone non perfettamente posizionato, ma bravo a sventare il pericolo senza grossi fronzoli, deviando la sfera in calcio d’angolo. Al minuto 81′ occasionissima Sorrento, con Qehjaj bravo a riconquistare palla al limite dell’area sfruttando una leggerezza difensiva commessa da Maiorino, ma meno bravo a concretizzare, allungandosi la palla e sparandola addosso a Capasso, in uscita sicura. A cinque minuti dalla fine grosso spavento tra i padroni di casa, quando lo stesso Qehjaj resta a terra al termine di uno scontro aereo con un centrale difensivo avversario: l’attaccante sorrentino esce in barella, sostituito da Vitale. Ultima occasione degna di nota è il calcio di punizione di capitan Guarro dai 20 metri, che si spegne pochi centimetri sopra la traversa: Capasso era comunque sulla traiettoria. Dopo 7 minuti di recupero la gara termina con un 1-0 che consegna il passaggio di turno al Sorrento, che conquista così l’accesso al prossimo turno di Coppa Italia Serie D al termine di una gara combattuta e avvincente. Onore ai vinti, autori di una prova di carattere su un campo ostico come quello di Sorrento.

Sorrento (5-3-2): Leone 6; Rizzo 7, Russo 6.5, Guarro 6.5, Fusco 6.5, Todisco 6.5; Di Prisco 6, De Rosa 6.5 (73′ Bozzaotre 6), Masi 5.5 (57′ Paradiso 6); Gargiulo Alf. 7 (62′ Cifani 6), Qehajaj 6 (87′ Vitale sv). A disposizione: D’Oriano, Raimondi, Russo L., Esposito L., Di Ruocco. Allenatore: Antonio Guarracino 6.5

Granata (4-1-2-3): Capasso 7; Maiorino 6 (86′ Fetta sv), Della Monica 6, Cassandro 6.5, Di Crosta 6; Ba 5.5 (94′ Trofo sv); Sorrentino 6.5 (75′ Falivene 6), De Crescenzo 6; Esposito 6.5; Calemme 5.5 (69′ Anzalone 5.5), Arciello 5. A disposizione: Patella, Paudice, Ammaturo, Maiello. Allenatore: Antonio Maschio 6.5

Direttore di gara: Sig.Nicola Di Giovanni (sez.Caserta) 7

Assistenti: Sigg.Marco Croce e Marco Orlando Ferraioli (sez.Nocera Inferiore)

Marcatori: Gargiulo Alf. 7′ (S)

Ammoniti: De Rosa (S)

Note: Gargiulo Alf. sbaglia rigore (parato) 3′ (S)

Recuperi: 0′ e 7′

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008