Siamo onesti: a Juventus e Atalanta è andata al meglio. Ottavi di Champions non impossibili

Sintesi Champions
Sintesi Champions

Bisogna ammetterlo, senza troppi giri di parole. Il sorteggio di Nyon poteva essere decisamente più crudele per Juventus e Atalanta, le quali hanno pescato rispettivamente Lione e Valencia. Meno fortunato invece il Napoli che dovrà sfidare il Barcellona negli ottavi di Champions.

Le squadre di Sarri e Gasperini, invece, possono sorridere e sperare nel passaggio del turno. È vero che la Juventus, essendosi qualificata come prima nel proprio girone, avrebbe evitato alcune big ma allo stesso tempo c’era la possibilità che dall’urna uscisse come prossimo avversario il Real Madrid o il Tottenham. L’Atalanta, invece, è riuscita ad evitare, almeno per gli ottavi, PSG, Bayern Monaco, Liverpool e Barcellona.

JUVENTUS, ALTRA SFIDA CON IL LIONE

È la terza sfida tra queste due squadre negli ultimi anni. Il primo incontro risale nella stagione 2013/14, la Juventus di Conte uscì dalla Champions alla fase a gironi e eliminò il Lione ai quarti di Europa League. In occasione della Champions 2016/17, invece, Juve e Lione si incontrarono ai gironi di Champions, edizione che ha visto poi i bianconeri di Allegri arrivare in finale e perdere contro il Real Madrid. Questa volta la sfida sarà agli ottavi di Champions, i precedenti sorridono alla Juve e il sorteggio anche, perché l’incubo di incontrare il Real o il Tottenham tormentava i tifosi juventini.

Il Lione si è qualificato secondo nel girone probabilmente più equilibrato, piazzandosi dietro al Lipsia. Fino a questo momento i risultati del Lione sono perfettamente pari, 2 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte nel gruppo G. Sono 9 i gol fatti e 8 le reti incassate. In Ligue 1 la squadra di Rudi Garcia, ex conoscenza del calcio italiano in quanto è stato l’allenatore della Roma, si trova al momento in ottava posizione a 25 punti e insieme al Bordeaux è il secondo miglior attacco dietro all’irraggiungibile PSG. 28 reti per il Lione, 39 i gol segnati da Mbappe e compagni.

Tuttavia, il Lione dovrà rinunciare a Memphis Depay, uno dei giocatori migliori della squadra con 9 reti in campionato, infortunatosi gravemente nella partita persa contro lo Stade Rennais giocata domenica. La Juventus dovrà comunque far attenzione a Moussa Dembele, capocannoniere della squadra in campionato con 10 reti. Nella rosa del Lione spicca anche il nome di Andersen, giocatore che ha fatto molto bene in Serie A con la maglia della Sampdoria. La squadra francese è reduce inoltre da 3 vittorie nelle ultime 6 partite della Ligue 1, con altrettante sconfitte.

L’ottava posizione in campionato non è certamente delle migliori, anche se i 5 punti che separano il Lione dalla zona Europa non sono irrimediabili.

L’ATALANTA VOLA IN SPAGNA

Tra le squadre piazzatesi in prima posizione, il Valencia rappresentava l’alternativa più semplice, anche se arrivati a questo punto della Champions nulla deve essere preso sottogamba. L’Atalanta è consapevole che essere arrivati fino agli ottavi è un’impresa che rimarrà nella storia del club, ma il sorteggio di Nyon ha dichiarato che l’accesso ai quarti è tutto da conquistare ma per niente impossibile. Sarebbe andato peggio qualora nella pallina fosse uscito il Barcellona o il Liverpool, pericolo scampato.

C’è da dire che il Valencia è arrivato primo in un girone non facilissimo, condannando il Chelsea al secondo posto e soprattutto l’Ajax alla “retrocessione” in Europa League. Solamente una sconfitta nel girone per gli uomini di Celades, arrivata al Mestalla contro gli olandesi per 0-3.

In campionato il Valencia è in ottava posizione ma a ridosso della zona Europa, a soli 3 punti dal quarto posto che significherebbe Champions League. Il Valencia è reduce dal pareggio casalingo contro il Real Madrid, una beffa molto amara considerando che l’1-1 di Benzema è arrivato nei minuti di recupero. Nelle ultime 7 partite è arrivata una sola sconfitta ad opera del Betis.

Tra i maggiori pericoli della squadra spagnola ci sono sicuramente Dani Parejo e Maxi Gomez, entrambi a quota 6 gol in campionato. Si rivedrà in Italia Kondogbia, ex centrocampista dell’Inter ed ora in forza proprio al Valencia. In Liga non sono pochi i gol subiti (24).

SFRUTTARE IL SORTEGGIO

Se la Juventus ha come obiettivo quello di vincere la Champions, all’Atalanta per arrivare in fondo servirà un vero e proprio miracolo sportivo. I bianconeri dovranno superare il turno per poi sperare di andare avanti ulteriormente, con la consapevolezza che ai quarti l’avversario potrà essere più complicato.

La Dea invece, in caso di passaggio del turno, otterrebbe altra visibilità a livello europeo oltre ad un compenso economico che non danneggia mai. La Juventus lotta per vincere, l’Atalanta deve capire la sua vera dimensione europea e vedere fin quanto riesce andare avanti. Due partite che possono contribuire nel loro obiettivo, non si deve commettere l’errore di sottovalutare l’avversario ma ad oggi, guardando anche le altre partite (Real-City, per esempio) viene spontaneo ammetterlo: sì, poteva andare peggio.

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008