Silvio Berlusconi, da pochi giorni presidente del Monza, ha parlato di fronte alla stampa a pochi minuti dall’inizio del match con la Triestina.

Queste le dichiarazioni del presidente storico nonchè più vittorioso della storia Milan:

“Impossibile trovare giocatori senza tatuaggi? Io credo che li troveremo, credo e spero che il Monza possa dare a questo calcio fatto di nomi tutti stranieri, tutti incomprensibili, tutti impronunciabili e di giocatori che vanno in campo che non si possono guardare, faccia nel calcio un’eccezione che possa spingere gli altri alle imitazioni. Soprattutto che sia un esempio diverso al mal esempio che i giovani ricevono dai giocatori che sono in campo anche nelle squadre più forti”.

Berlusconi in chiusura ha parlato ancora della sua scelta di gettarsi ancora una volta nel mondo del calcio: “Derby in A con il Milan è un sogno?Non è un sogno. Io sono milanista dalla nascita. Quello che mi ha spinto a dire sì alla possibilità di fare quello che abbiamo fatto è stata questa idea di dare vita ad un modo nuovo di essere dei giocatori e ad un modo nuovo di giocare al calcio. Perchè anche sul campo ci sono cose che non si devono fare come condizionare gli arbitri. Non si può far finta di aver ricevuto un fallo più forte del reale, non si possono fare tante scene che purtroppo si vedono in tanti stadi e che purtroppo si devono condannare”.

CONDIVIDI