Serie B, al via il girone di ritorno: dal riscatto delle big alle outsider, previsioni e aspettative

Serie B 1

Dopo la lunga pausa invernale sta per tornare il campionato di Serie B, fermatosi prima di Capodanno e pronto a riprendere sabato con il girone di ritorno.

La prima parte di stagione della Serie B ha subito un andamento diverso dalle solite stagioni e un fattore che ha determinato fin qui quest’annata è il grande equilibrio in classifica soprattutto nelle parti alte.

A differenza di quanto successo nelle passate edizioni in questo campionato nessuna squadra è riuscita a imporsi definitivamente sulle dirette concorrenti e se si dà uno sguardo alla classifica si può notare che le gerarchie della classifica possono essere cambiate di giornata in giornata.

PALERMO CAPOLISTA Un esempio che conferma quanto appena detto è il fatto che il Palermo, nonostante sia la capolista, ha soli 5 punti di vantaggio sulla terze classificate (Empoli e Bari a pari punti); un margine minimo considerando la differenza tra la prima e la terza nei campionati scorsi. In seconda posizione c’è il Frosinone, una delle squadre favorite per la risalita in A ma che in questo campionato ha pareggiato decisamente troppo (10 pari), stesso difetto dei rosanero (9).

GIRONE DI RITORNO Sabato parte il girone di ritorno di questo campionato di Serie B e come di consueto si entra nella fase decisiva della stagione, dove una vittoria può davvero fare la differenza tra promozione diretta e playoff.

I troppi passi falsi di Palermo e Frosinone hanno permesso alle inseguitrici di mantenere una distanza non proibitiva per provare il soprasso nel girone di ritorno. Se scendiamo un po’ più in basso e ci concentriamo sulle squadre che lottano per un posto ai playoff notiamo che la situazione non è troppo differente. Per rimarcare maggiormente questa situazione ci affidiamo ai numeri: Empoli e Bari, stessi punti in classifica e momentaneamente terze a quota 34, godono di un vantaggio non esagerato sulla nona in classifica, cioè il Venezia fermo a 29 e fuori dalla zona playoff. A proposito di Venezia, la squadra di Inzaghi a fine ottobre battendo l’Empoli si portò in vetta alla classifica ed ora, dopo 3 mesi, la situazione in classifica è decisamente cambiata ma nonostante la vittoria coi toscani è stata seguita da sole 3 vittorie in 11 partite la terza posizione dista solamente 5 lunghezze…

ATTENZIONE ALLE OUTSIDER Quando si parla di promozione l’attenzione cade principalmente su Frosinone, Empoli e Palermo, squadre che la scorsa estate erano pronosticate come le favorite di questa Serie B per la salita in A. La situazione in classifica sta dando ragione a queste previsioni ma da queste tre squadre era comunque legittimo aspettarsi di più e di conseguenza meno passi falsi. Come ricordato prima ciò può favorire le cosiddette outsider, ovvero le squadre che battendo i pronostici iniziali possono raggiungere traguardi non ipotizzabili ad inizio stagione.

Il primo esempio può essere il Bari, squadra rivitalizzata da Grosso dopo diverse stagione caratterizzate da molti bassi e pochi alti. Anche il Parma ha disputato un ottimo girone di andata e grazie ad un buon mercato estivo e alcuni rinforzi in inverno (es. Ciciretti) proverà a ritornare in Serie A dopo il fallimento. Direttamente dalla Serie C è da apprezzare il cammino delle neopromosse Cremonese e Venezia, che nonostante qualche rallentamento hanno tutte le carte in regola per dire la loro anche nei mesi finali.

Il girone di ritorno è alle porte, la seconda parte metterà alla prova le big che avranno l’obbligo di cancellare i passi falsi e provare ad imporsi definitivamente mentre dall’altra parte altre squadre dovranno mantenere questo ritmo per non farsi trovare impreparate quando la stagione inizierà a farsi davvero decisiva.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
15/10/99 Redattore di Novantesimo