L’ex portiere dell’Inter ed ora allenatore Walter Zenga, reduce da una cocente retrocessione sulla panchina del Crotone, ha parlato ai microfoni dell’edizione odierna della Gazzetta Dello Sport.

Queste le parole dell’allenatore, che nel corso del suo lungo intervento ha fatto il suo pronostico sul Mondiale che si stanno disputando in Russia:

“La mia favorita è il Brasile, è troppo squadra e ha tante individualità. Tite deve ancora giocarsi la carta Douglas Costa…I portieri? Mi dispiace non vedere Oblak, credo sia tra i più forti al mondo e se la gioca con Alisson. E’ un fenomeno. Venderlo? Dipende se Monchi ha una soluzione B, ma anche dal momento finanziario del club. Se poi però ti chiama il Real, tutti questi discorsi passano in secondo piano. Donnarumma, Perin e Sirigu? Lascio decidere a Mancini, quando dice che ha ancora qualcuno da testare credo si riferisca a Meret, visto dal vivo impressiona: ha personalità, freddezza, tecnica. Ha tutto. Fossi nel Napoli prenderei Meret, peccato perché con Reina alle spalle sarebbe stato perfetto, ma magari Cech perchè no?. Ammiro molto Perin, ha deciso di andarsi a giocare il posto, quella che sembra una follia è solo amore per il gusto delle sfide. Mi rivedo in lui. Futuro di Donnarumma? Reina è un grande portiere, se Donnarumma non dovesse restare allora il Milan avrebbe il suo titolare. In caso di permanenza del portiere campano, allora vedo lui titolare: ha 18 anni, ma sembra avere l’esperienza di Buffon. Il mio futuro? Non lo so, aspetto, il calcio è imprevedibile”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008