Nella nona giornata del campionato di Serie A 2018/19 si sfidano al Tardini Parma e Lazio. I padroni di casa sono reduci da 4 vittorie nelle ultime 5, gli uomini di Simone Inzaghi cercano invece di confermare quello di buono fatto contro la Fiorentina. La partita è molto equilibrata e, almeno nel primo tempo, priva di emozioni: solo Inglese in contropiede prova a impensierire Strakosha. Nel secondo tempo gli ospiti prendono il sopravvento e sbloccano il match a 10 minuti dalla fine: il neo entrato Berisha conquista un rigore dopo l’affondo falloso di Gagliolo, dal dischetto si presenta Immobile che spiazza Sepe e porta avanti i suoi. A tempo scaduto c’è tempo anche per il raddoppio di Correa, che insacca di sinistro dopo un contropiede orchestrato dal solito Immobile e fissa il risultato sullo 0-2. Lazio che sale così a 18 punti e si piazza al terzo posto provvisorio della classifica, Parma che rimane a 13 punti e subisce la seconda sconfitta casalinga stagionale.

Inizia nel peggiore dei modi l’esperienza di Giampiero Ventura sulla panchina del Chievo. Al Bentegodi i veronesi cadono sotto i colpi dell’Atalanta di Gasperini, che torna alla vittoria dopo la prima giornata. Mattatore assoluto di giornata è Josip Ilicic che realizza una tripletta. La partita difatti dura poco più di mezz’ora: gli ospiti dopo aver dominato la sbloccano al 25′ con De Roon che segna di destro da fuori area. Passano 3 minuti e l’Atalanta raddoppia: altro gol da fuori, questa volta di Ilicic che di sinistro mette alle spalle dell’incolpevole Sorrentino. Al minuto 40 termina difatti il match: Barba viene espulso per doppia ammonizione: gli uomini di Ventura si trovano sotto di due gol e un uomo. Nella ripresa dilagano i nerazzurri: Ilicic realizza altre due reti e Gosens arrotonda ulteriormente il risultato. Nel finale c’è spazio per il gol della bandiera dei clivensi che con Birsa dal dischetto fissano il finale sull’1-5. Atalanta che riprende fiducia e sale a quota 9 punti in classifica, Chievo sempre più in difficoltà che resta a -1.

L’ultimo match del pomeriggio vede affrontarsi il Bologna di Pippo Inzaghi e il Torino di Walter Mazzarri. Passano subito gli ospiti al 14′ con Iago Falque che si accentra e da fuori area lascia partire un gran sinistro che si deposita all’incrocio dei pali alle spalle dell’incolpevole Skorupski. I granata sembrano in totale controllo del match e a inizio ripresa raddoppiano con Baselli dopo una grande assistenza del solito Iago. Sembra già finita la partita ma i rossoblu riescono a rimontare: prima Santander è rapido ad insaccare dopo il palo colpito da Palacio, poi a al minuto 77 Calabresi è bravo a sfruttare un rinvio difettoso di Sirigu, scambiare con Orsolini, e depositare in rete il suo primo gol in serie A. Finisce quindi 2-2: il Bologna sale a 8 punti raggiungendo l’Udinese, il Toro interrompe la striscia di 2 vittorie consecutive e si piazza a 13 punti in classifica.

CONDIVIDI