Serie A, Capello: “In Italia i giocatori sono mediocri. Non farò il c.t., sono in pensione”

Capello

Fabio Capello dà l’addio al mondo del calcio, quanto meno come allenatore. Dopo la fine della sua esperienza in Cina, l’ex allenatore del Real Madrid (tra le altre) ha detto di non volersi sedere più su nessuna panchina, allontanando anche le voci che lo volevano in Nazionale: “Non farò il commissario tecnico, sono in pensione“.

Le sue dichiarazioni hanno fatto abbastanza rumore: “Noi siamo bravi ad allenare quando abbiamo calciatori forti, talentuosi. In Italia ci sono calciatori mediocri in questo momento. Il salto dalla Serie A alla Nazionale è troppo grande. C’è poca qualità, probabilmente non ci sono neanche insegnanti così bravi“.

Sulle rimonte di Juventus e Roma in Champions League: “Quando hai Messi e Ronaldo parti già in vantaggio per 1-0. Le due italiane non hanno molte possibilità“. Sul Pallone d’Oro: “Messi e Ronaldo sono ancora i migliori, sarà loro per un paio di anni. Dietro di loro c’è Neymar, che può essere paragonato a Messi per talento, ha anche più fantasia, ma deve migliorare in altri aspetti. Anche Mbappe è molto forte e potrà arrivare a quel livello“.

Guarda Anche...

CONDIVIDI