#SassuoloGenoa, finisce 5-3: Pokerissimo dei padroni di casa, inutile la doppietta di Piatek – Tabellino e pagelle

boateng
Kevin-Prince Boateng ha parlato alla presentazione della squadra che si è tenuta ieri sera

REGGIO EMILIA – Alle ore 20.30 di domenica 2 settembre si è disputato il match serale tra Sassuolo e Genoa.

La cronaca – primo tempo

Gli ospiti sembrano essere in partita sin da subito: sin da subito Piatek scalda i guantoni di Consigli, che non si fa cogliere impreparato. Il Sassuolo, verso il 22′ minuto, inizia a svegliarsi: palla di Duncan per Berardi che serve Boateng, la conclusione dell’ex Milan si spegne di poco a lato.

5 minuti, tuttavia, arriva il goal del Grifone. A segnarlo è proprio lui, il più atteso dopo tante reti nelle amichevole estive: Krzysztof Piatek. Il suo diagonale non lascia scampo a Consigli.

Non passano nemmeno 10 minuti che i padroni di casa agguantano il pareggio. Babacar, con un soave colpo di tacco, lancia Boateng in porta. Il ghanese, a tu per tu con Marchetti, non sbaglia e insacca la palla in rete.

Da qui in poi è black-out totale per il Genoa. Dopo un lampo di Pandev, arriva il goal di Lirola. Conclusione di Babacar, respinta di Marchetti e rete dello spagnolo che ribalta la partita.

Pochissimi minuti dopo arriva il goal del 3 a 1. In seguito ad un cross di Lirola, Boateng esegue una sforbiciata al volo da manuale del calcio, ma ancora una volta Marchetti respinge. La palla finisce sui piedi di Babacar, che naturalmente a pochi metri di distanza non sbaglia e regala il terzo goal ai suoi.

Nei minuti di recupero c’è spazio anche per il quarto goal. Locatelli lancia Babacar in porta, Marchetti in uscita non riesce ad anticipare l’ex Fiorentina. Sulla traiettoria del diagonale dell’ex Fiorentina vi è tuttavia Spolli, ma – purtroppo per Ballardini – l’argentino inciampa goffamente sul pallone, facendosi autogoal.

Il primo tempo si conclude quindi sul risultato di 4 a 1 per il Sassuolo di De Zerbi.

La cronaca – secondo tempo

In avvio di ripresa, il Genoa entra in campo giocandosi il tutto per tutto: dentro Favilli per un Grifone a trazione anteriore. Gli attaccanti in campo, però, non regalano i risultati sperati. Poco dopo il 60′, su corner di Locatelli, arriva il quinto goal dei padroni di casa, grazie al colpo di testa vincente di Ferrari.

Dieci minuti, gli ospiti riescono ad accorciare le distanze grazie al solito Goran Pandev. Il macedone, approfittando di un’insicurezza difensiva di Lemos, conquista palla al limite dell’area e batte Consigli con un sinistro ben piazzato.

I rossoblù, comunque, non sono ancora domi e, a meno di un quarto d’ora dalla fine, agguantano il terzo goal con Piatek che, in area di rigore, controlla bene il pallone e lo piazza dove Consigli non può arrivare: per l’attaccante del Grifone è la prima doppietta in Serie A.

La gara non regala più alcuna emozione. Al triplice fischio finale, il tabellone luminoso indica Sassuolo 5 – Genoa 3.

Tabellino e pagelle

SASSUOLO – GENOA 5-3 (4-1)

Sassuolo  (3-4-3): Consigli 6; Lemos 5 (Dell’Orco s.v. al 90′), Magnani 5.5, Ferrari 7; Lirola 7, Duncan 6.5, Locatelli 6.5, Rogerio 6; Berardi 6.5 (Bourabia 6 al 57′), Babacar 8 (Boga s.v. al 78′), Boateng 8.
A disposizione: Pegolo, Satalino; Adjapong, Sernicola; Djuricic, Sensi; Boga, Brignola, Di Francesco, Matri, Odgaard.
Allenatore: Roberto De Zerbi

Genoa (3-4-1-2): Marchetti 5; Biraschi 5, Spolli 4 (Bessa 6 al 63′), Zukanovic 5; Lazovic 5 (Favilli 5.5 al 46′), Romulo 5, Hiljemark 5, Criscito 5; Pandev 6; Kouamé 5 (Dalmonte 5.5 al 67′), Piatek 7.5.
A disposizione: Vodisek, Radu, Gunter, Lisandro Lopez, Pereira, Lakicevic, Mazzitelli, Rolon, Omeonga, Lapadula, Medeiros.
Allenatore: Davide Ballardini.

Arbitro: Gianluca Rocchi (sez. di Firenze)

MARCATORI: Piatek 27′ (GEN), Boateng 34′ (SAS), Lirola 38′ (SAS), Babacar 41′ (SAS), Spolli aut. 45′ + 2 (GEN), Ferrari 62′ (SAS), Pandev 70′ (GEN), Piatek 83′ (GEN
AMMONITI: Piatek 29′ (GEN), Rogerio 31′ (SAS), Magnani 33′ (SAS), Criscito 52′ (SAS), Bessa 90′ + 1 (GEN), Duncan 90′ + 2 (SAS)
ESPULSI: 
NOTE:
– possesso palla (%): 48 SAS – 52 GEN
– corner: 2 – 9
– minuti di recupero: 3 min. di rec. PT – 5 min. di rec. ST

I nostri Top & Flop

Top90esimo: Boateng-Babacar. Le prime tre reti nascono praticamente tutte dai loro piedi, sono loro gli artefici della goleada neroverde.
Flop 90esimo: Spolli. Difficile scegliere il peggiore, quando la propria squadra ne subisce cinque. Scegliamo l’argentino che potevamo certamente fare di meglio sulla quarta rete del Sassuolo.

CONDIVIDI
Due cose ha in comune con Buffon: la data di nascita e la passione per il calcio. Da sempre tifoso del Milan, è un amante del calcio anni '60: a volte intervista Di Stefano e Pelé, poi si sveglia.