Il direttore generale della viola Pantaleo Corvino ha parlato così in zona mista al termine della partita col Sassuolo: “Gli errori dell’arbitro? Determinante è stato sul gol del 2-0 annullato e sul rigore inesistente e l’espulsione. Il pareggio al 93’ è importante, il Sassuolo nelle ultime partite non ha concesso nulla a nessuno: la squadra voleva dare una segnale importante a tutti e ci è riuscita Tifosi, società e stampa devono esssere un corpo unico. Creare divisioni non fa bene a nessuno, tanto meno alla squadra che ha bisogno di tutti. Siamo capaci di vincere contro Juve, Roma e Inter a testimonianza della qualità della rosa. A fine stagione analizzeremo perché abbaimo fatto pochi punti con le piccole, oggi non è tempo di queste analisi. Contro le big non siamo stati grandi. 56 punti non sono pochi, sono in linea con quelli degli altri anni. Gerarchie sui rigori? Bisogna chiederlo al tecnico. Bernardeschi e Kalinic sono due nostri protagonisti. Insieme ad Andrea Della Valle ho ringraziato i ragazzi che ce l’hanno messo tutta anche dieci, potevamo essere a pieno titolo in corsa per l’Europa senza la foratura di Palermo. I ragazzi hanno dimostrato di non essersi arresi, questo ci fa ben sperare per le ultime tre partite. In un campionato ci sono momenti di flessioni, così come periodi esaltanti. Il prossimo allenatore? Parliamo della partita”.

CONDIVIDI
Amante di Inter e del calcio in tutte le sue forme, Classe 1995, redattore di Novantesimo. Come la squadra che ama, si sente un po' pazzo anche lui a volte. Telecronista per Sportube e Helpdesk per BonelliErede. Hobby? Videogiochi, serie tv e libri.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008