Il Sassuolo dopo la scorsa stagione vissuta ad alti livelli, ora vive una stagione con un light motive ma il presidente Squinzi è deciso a riportare il club in alto, di seguito la lunga intervista rilasciata a Tuttomercatoweb.

Poco meno di un anno fa la cessione di Berardi fu a un certo punto molto vicina: quali sono le sensazioni per il prossimo mercato?
“Ma nulla è stato ancora deciso per Domenico. Stiamo aspettando le eventuali offerte”.

In termini economici, che valutazione fa del calciatore?
“Beh, rispondo dicendo che che parliamo di un grandissimo talento. Un vero e proprio fuoriclasse, un campione”.

Partirà da una richiesta di almeno 40 milioni di euro?
“Il nocciolo della questione non è la base o la nostra richiesta iniziale, ma un altro. Ovvero che la nostra volontà è di non cederlo. Vorremmo trattenere Domenico per farlo diventare la nostra grande bandiera, questo senza dubbio. Poi vedremo quello che succederà”.

Quest’anno, però, sarà più complicato rispetto alla scorsa estate.
“L’estate scorsa il ragazzo prese una decisione ben precisa: lui stesso scelse di rimanere al Sassuolo, declinando la proposta della Juventus. Non è stato il Sassuolo che è riuscito a evitare la cessione. Come detto, noi non abbiamo intenzione di cederlo”.

Sarà del ragazzo l’ultima parola?
“Staremo a vedere. Diciamo che se dovesse decidere di restare anche quest’anno noi lo ‘accoglieremmo’ a braccia aperte e saremmo molto, molto felici di questo. Ma ripeto, ora è presto. Dobbiamo solo aspettare”.

Sono già arrivate delle proposte concrete?
“Sono sincero, per il momento nessuno si è fatto avanti. Siamo fermi all’offerta della Juventus di un anno fa, come detto non presa in considerazione da Berardi. Aggiungo inoltre che l’accordo con la società bianconera riguardante quell’ormai famoso diritto di acquisto non esiste più. Tutte le squadre eventualmente interessate partirebbero alla pari”.

In passato ha chiuso in modo netto circa una possibile trattativa con l’Inter: ribadisce questa sua posizione?
“Parlerò solo quando ci sarà qualcosa di concreto sul tavolo. Per il momento non abbiamo ancora delle offerte da valutare”.

Per quanto riguarda il mister, ci sono delle novità?
“Noi crediamo tantissimo in Eusebio, puntiamo molto su di lui. La nostra grande fiducia è confermata dal fatto che abbiamo rinnovato il suo contratto, con tanto di penale da 3 milioni di euro per lasciarlo andare. Questo basta per spiegare il nostro pensiero, vogliamo sicuramente proseguire il lavoro insieme a lui”.

Ha avuto rassicurazioni sulla sua volontà di non andare via?
“A questo dovrebbe rispondere direttamente Di Francesco. Se restasse per noi sarebbe la normalità, quello a cui abbiamo sempre pensato. E per quanto riguarda il Sassuolo, l’ipotesi dell’addio non è mai stata presa in considerazione. Come per Berardi, però, dobbiamo solamente aspettare”.

È fiducioso?
“Non saprei. Più che fiducioso dico che sarei felicissimo se rimanesse anche il nostro mister insieme a Berardi”.

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008