L’allenatore del Sassuolo Eusebio Di Francesco è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Cagliari. Di seguito le sue parole: “Sicuramente continuiamo a sperare di fare più punti possibili, grazie al rientro di qualche giocatore e alla crescita dei giovani. Non sarà facile ma proveremo a vincere. Capitan Magnanelli partirà dal primo minuto, per il resto devo ancora decidere. Magnanelli gioca perchè merita per quello che ha fatto per questa squadra, non è al top, all’inizio farà fatica ma alla lunga emergeranno le sue qualità. Al di là dell’aspetto fisico, ha qualcosa in più degli altri, che è la testa, e fa la differenza“.

Sulla partita di andata: “Abbiamo dominato a tratti e non abbiamo tenuto alla distanza, come spesso è successo in questa stagione“.

Su Dell’Orco: “Mi spiace tantissimo, perchè era cresciuto tantissimo sotto tutti i punti di vista, e non lo avremo per lungo tempo“.

Su Iemmello: “Ha capito che si deve allenare in un certo modo, forse l’ha capito tardi. Veniva dalla Lega Pro e quello che è successo domenica è motivo di grande orgoglio per noi, prima girava per il campo, ora attacca la porta“.

Sul suo futuro: “Ho visto ieri la società e abbiamo parlato della programmazione. Ora incontrerò il dottore, sabato prossimo al Mapei Day potrebbe essere l’occasione e andremo verso la definizione di quello che sarà. Ora c’è il Sassuolo, io non ho firmato con nessuno, io sono una persona seria e certe cose non le faccio“.

Sul Cagliari: “Rastelli è un mio grandissimo amico, sono cresciuto con lui, è una bravissima persona e sono contento della stagione che ha fatto. Mi deve lasciare i tre punti perchè io glieli ho lasciati all’andata in casa sua – scherza il mister – ho letto che Farias ha il dente avvelenato perchè non lo facevo giocare tanto, ma Farias qui era agli inizi, è cresciuto tanto. All’andata ci ha fatto due gol ed è una cosa che domani non si ripeterà. Davanti hanno tanta qualità, guardate Borriello. Dietro invece concedono qualcosa“.

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008