Il Sassuolo vince il terzo turno preliminare di Coppa Italia contro lo Spezia ed il tecnico della squadra emiliana, Cristian Bucchi, ha parlato ai microfoni della stampa in zona mista. Queste le sue parole riportate da canalesassuolo.it. 

“Ci premeva passare il turnoLa Coppa Italia è per noi importantissima. Cercheremo in tutti i modi di arrivare fino in fondo. Difficile vincere, lo Spezia era in condizione e non aveva nulla da perdere. Da martedì dobbiamo partire con la voglia di iniziare il campionato nel migliore dei modiFino a stasera abbiamo parlato solo di Coppa. Da oggi il nostro orizzonte è il campionato. Domenica si inizia, abbiamo tutti una gran voglia. Il Sassuolo è una squadra forte e tosta e si farà valereIo dico ai ragazzi che sono tutti titolari. Gli allenamenti, quello che vedo in settimana e le partite mi spingeranno a fare delle scelte. Non ci sono inamovibili né giocatori dimenticati. Tutti devono avere l’ambizione di sentirsi titolari. Questo ho trovato in questo gruppo.

 Spostare Sensi all’esterno è stato un esperimento, perché Politano era stanco. Potevamo far entrare Ragusa, ma volevo dare minutaggio a Stefano, che in questo momento è uno di quelli in maggior condizione. Ho provato a vedere come stava in quel ruolo e come avrebbe potuto rispondere. Mi è piaciuto anche se la stanchezza si è fatta sentireDa stasera pensiamo al Genoa, quando arriverà il Bari penseremo a loro. La nostra attenzione è rivolta esclusivamente a domenica prossima. Testa bassa e pedalare, con la voglia di partire con il piede giusto.

La cosa che mi è piaciuta di più è non aver preso gol nemmeno stasera. Ci tenevo, specie in partite così insidiose. Ci tenevamo ad arrivare all’inizio del campionato con solo un gol subito. Mi piace il senso di solidità della squadra. Ci sono tante cose che possiamo fare meglio, ma la squadra sta migliorando. Duncan? Dovrebbe rientrare in gruppo tra martedì-mercoledì al massimo. Lo abbiamo tenuto fermo in via preventiva, per un affaticamento muscolare”.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008