Sùbito una trasferta ostica per il Lugano al rientro dalla pausa dedicata alle selezioni nazionali: quest’oggi i Ticinesi si sono recati sul campo del San Gallo, tradizionalmente ostico per qualsiasi compagine. L’incontro si è concluso sul 2 a 2.  

Fin dal 1′ i ritmi sono stati decisamente sostenuti e la contesa non si è pertanto aperta con la tradizionale fase di studio reciproco. Già all’8′ vi è stata una grossa occasione per i padroni di casa: tra Itten e il gol si è tuttavia frapposto il palo. Da Costa, tornato fra i titolari, si è quindi dovuto opporsi ad altri tentativi dei padroni di casa, decisamente più ispirati e più motivati. Gli svizzero-occidentali hanno trovato al 29′ il punto del vantaggio: con una finta di corpo nel corso della ricezione di un passaggio destinatogli da Buess, Sierro ha mandato a vuoto Covilo e dai 18 metri ha trovato l’angolino basso sul secondo palo. I biancoverdi, al 42′, hanno trovato la rete del 2-0: un tentativo di Buess è stato respinto dal corpo di Yao e, nel cuore dell’area, Sierro si è fatto trovare pronto e la sua conclusione centrale non entusiasmante ha trafitto Da Costa. Su questo parziale le due squadre si sono recate negli spogliatoi: il passivo avrebbe potuto essere ancora più largo per un Lugano invero spento e rinunciatario.

Il tecnico Abascal, per cercare di invertire l’inerzia dell’incontro, ha inserito Bottani a partire dal 46′. La scelta si è rivelata azzeccata: al 53′ Bottani, beneficiando dell’eccessivo spazio lasciatogli nel cuore dell’area da Wittwer, Mosevich ed Hefti, è rientrato sul sinistro ed ha accorciato le distanze. I padroni di casa sono andati alla ricerca dell’allungo, dapprima con una conclusione di Itten e, successivamente, con una di Sierro infrantasi sull’asta. Il Lugano, dal canto suo, è andato vicino al pareggio: al 61′ Stojanovic ha respinto coi piedi un tentativo di Crnigoj e, all’81’, il colpo di testa di Daprelà su punizione calciata da Sabbatini è finito sulla traversa. I bianconeri, al termine di una seconda frazione giocata con un’attitudine ben lungi da quella messa in campo nei primi 45′, hanno agguantato il pareggio al 92′: Covilo ha fatto la torre sovrastando Mosevich servendo Gerndt che, con la suola, ha infilato uno Stojanovic in uscita. 

Il Lugano, dopo un primo tempo da dimenticare al più presto e da non riproporre più, ha raccolto un pareggio insperato: per una volta i recuperi sono stati salvifici e non fatali per i ticinesi, che mercoledì sono chiamati ad un’altra trasferta, questa volta sul campo del neo-promosso e attualmente ultimo Neuchâtel Xamax. 

FC San Gallo (4-1-2-3): Stojanovic 6; Wittwer 5.5, Mosevich 5, Hefti 4.5, Lüchinger s.v. (9′ Bakayoko 6); Quintillà 6; Ashimeru 6 (80′ Tschernegg s.v.), Sierro 8; Kutesa 5.5, Itten 6 (56′ Tafer 5.5), Buess 6.5. A disp.: Lopar; Vilotic; Manneh; Ben Khalifa. All.: Zeidler.

FC Lugano (3-1-4-2): Da Costa 6; Daprelà 5.5, Maric 5.5, Yao 5.5; Covilo 6; Masciangelo 6.5 (86′ Janko s.v.), Vecsei 5.5 (46′ Bottani 7), Sabbatini 6, Crnigoj 6, Junior 5 (69′ Brlek 6), Gerndt 7. A disp.: Baumann; Sulmoni; Amuzie, Abedini. All.: Abascal.

ARBITRO: Sig. Tschudi (Jobin, Chaillet, Piccolo)

MARCATORI: Sierro (FCSG) al 29′ e al 42′; Bottani (FCL) al 53′, Gerndt (FCL) al 90+2′

AMMONITI: Gerndt (FCL) al 26′; Mosevich (FCSG) al 34′; Daprelà (FCL) al 45′, Maric (FCL) al 45+3′, Brlek (FCL) all’85’, Yao (FCL) al 90+4′

ESPULSI: –

NOTE: Recupero: 4′, 5′; 12’814 spettatori

TOP NOVANTESIMO: Sierro 8 – Una doppietta e una traversa: oggi è stato davvero dominante.

FLOP NOVANTESIMO: Hefti 4.5 – Due marcature ballerine causano altrettanti gol avversari: sulla rete di Bottani è approssimativo (al pari di suoi altri due compagni) e il suo perdersi Gerndt in pieno recupero ha fatto perdere due punti alla propria squadra.

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua Città. È uno dei co-fondatori di Sport Lugano.