#SanGalloLugano 0-2, Gerndt e Sabbatini mettono le ali ai ticinesi

Questa sera, per il 25esimo turno della Raiffeisen Super League, il San Gallo ha ricevuto il Lugano al kybunpark. I padroni di casa, reduci dalla sconfitta per 3-0 contro il Lucerna, erano opposti ad una compagine ticinese reduce dalla bella vittoria contro lo Zurigo e dal prezioso pareggio contro il Basilea. I luganesi si sono imposti per 0-2.

Il Lugano, sulla scia dei buoni risultati ottenuti, ha fin da subito dimostrato ulteriori passi avanti anche per quanto concerne il gioco proposto. Dopo una fase iniziale di relativo equilibrio, gli ospiti si sono portati avanti al 15′: un lancio ha trovato Junior e il brasiliano, spalle alla porta, ha servito con un tacco Gerndt che, giratosi magistralmente con un controllo degno di nota, ha segnato di sinistro un gol da cineteca a incrociare. Gli uomini di Celestini, spinti dall’euforia, hanno ancora proposto un doppio tentativo con Junior e, sulla ribattuta, con Gerndt, prima di sprecare un’occasione più che nitida: al 41′, Gerndt è stato servito in profondità e anticipando l’uscita di Stojanovic è riuscito a servire in scivolata Junior che, a porta vuota dai 16 metri, si è fatto sfilare la palla sul destro e ha calciato di prima tirando a lato.  

Nel secondo tempo il Lugano ha dimostrato di non aver subìto le scorie del mancato 0-2 trovando, questa volta sì, il raddoppio: al 49′ Lavanchy ha effettuato un cross per il colpo di testa di Gerndt a servire sapientemente Sabbatini che, libero nel cuore dell’area dopo il suo ennesimo inserimento, ha segnato calciando centralmente. Il Lugano avrebbe potuto chiudere definitivamente la contesa, ma Sadiku (soffrendo il disturbo dei difensori biancoverdi) da buona posizione non ha trovato la rete. I padroni di casa, desiderosi di riaprire la contesa, hanno aumentato il proprio pressing e hanno prodotto diverse conclusioni (si ricordino, tra le altre, quelle di Sierro, Kutesa, Quintillà e Wittwer) ma hanno trovato i tabelloni pubblicitari a fondo campo o, alla meglio, le risposte di un attento Baumann. 

Il Lugano, continuando ormai sul virtuoso percorso che aveva iniziato a tracciare già da qualche giornata, ha ottenuto una brillante vittoria. L’altro anticipo, quello tra Sion e Grasshopper, è stato interrotto definitivamente sul parziale 2-0 a causa del ripetuto lancio di fumogeni in campo da parte dei tifosi zurighesi.
La società del presidente Renzetti, sale a quota 30 punti e si allontana sempre più dalle zone più calde della classifica.

FC San Gallo 1879 (4-1-2-3): Stojanovic 5.5; Wittwer 5.5, Stergiou 4.5 (53′ Barnetta), Hefti 4.5, Lüchinger 5 (73′ Campos 5.5); Quintillà 5.5; Ashimeru 5.5, Sierro 6; Kutesa 5.5, Guillemenot 5 (46′ Rapp 5), Bakayoko 5.5. A disp.: Lopar; Mosevich, Tafer, Nuhu. All.: Zeidler.

FC Lugano (3-4-1-2): Baumann 6.5; Daprelà 6.5, Maric 6, Kecskes 6; Crnigoj 6.5, Piccinocchi 6.5, Vecsei 6, Lavanchy 6.5; Sabbatini 7.5; Gerndt 8 (51′ Sadiku 6), Junior 6 (64′ Bottani 6). A disp.: Da Costa; Sulmoni; Brlek, Fazliu; Janko. All.: Celestini.

ARBITRO: Sig. Fähndrich (Josipovic, Chaillet, Cibelli)

MARCATORI: Gerndt (FCL) al 15′, Sabbatini (FCL) al 49′

AMMONITI: Hefti (FCSG) al 21′; Crnigoj (FCL) al 37′, Gerndt (FCL) al 44′; Lüchinger (FCSG) al 47′; Kecskes (FCL) al 54′; Kutesa (FCSG) al 59′, Barnetta (FCSG) al 75′; Maric (FCL) all’89’, Vecsei (FCL) al 90+6′

ESPULSI: –

NOTE: Recupero: 1′, 5′; 12’644 spettatori

TOP NOVANTESIMO: Gerndt 8 – L’attaccante svedese, alla quarta rete in questo 2019, si conferma in uno stato di forma semplicemente fantastico: un (e che!) gol e un assist, che avrebbero potuto essere due se Junior non avesse sbagliato.

FLOP NOVANTESIMO: Stergiou 4.5 – Il promettente 16enne è in totale balìa di Junior e viene prematuramente sostituito. Una menzione di demerito va a tutta la difesa sangallese, e in particolare ad Hefti.

CONDIVIDI
Luganese, alle prese con gli studi di Diritto a Neuchâtel, nel proprio tempo libero unisce volentieri i suoi interessi per la scrittura e per il calcio, occupandosi della squadra della sua città.