#SampdoriaTorino, Mazzarri: “Belotti? Umiltà incredibile, può crescere come Cavani. Squadra crede in ciò che fa”

Al termine del convincente successo per 4-1 in casa della Sampdoria, il tecnico del Torino Walter Mazzarri è intervenuto ai microfoni di Sky Sport.

Che Torino ha visto? “È partito come a Bologna, con il piglio della squadra che crede in ciò che fa. Siamo venuti su un campo difficile, i ragazzi hanno fatto quello che hanno fatto al Dall’Ara. Non bisogna cullarsi su questa vittoria, dobbiamo limare gli errori. Dobbiamo lavorare sulla prestazione, oggi siamo stati bravi a concretizzare, cosa che è mancata nelle altre due partite”.

State bene anche dal punto di vista fisico? “La prima cosa che sta facendo il Toro è giocare bene. La squadra corre meno degli altri, ma lo fa bene ed è compatta. Io credo che sia un’impressione. Corri meno, le energie rimangono. Quando ero alla Samp si facevano le stesse considerazioni”.

Oggi il Torino ha giocato alla perfezione. “I dati vanno saputi legge, poi confermano le sensazioni. Tecnologicamente siamo più preparati, nei test queste cose emergono”.

Come valuta la prestazione di Belotti? “Un po’ di attaccanti li ho allenato in carriera e tutti hanno avuto il loro momento no. Io uso la stessa ricetta, ovvero gli dico di far bene, giocare per la squadra. Poi quando ti sblocchi i gol vengono. Quando la squadra gioca bene e gli arrivano tanti palloni ha più occasioni. Se ci chiudono gli esterni andiamo in verticale. Peccato per il tiro al volo, sarebbe stato un eurogol”.

Belotti può migliorare nel controllo palla? “Sì, come è migliorato Cavani. Belotti è un ragazzo che ha una volontà e un’umiltà incredibile. Ci sono degli attaccanti con differenti caratteristiche. Calcia in porta come pochi”.

Come mai ti trovi così bene con Frustalupi? “Io l’ho incontrato alla Pistoiese, mi è piaciuto ed è pignolo. Se l’ho portato con me sempre vuol dire che vale. È molto preparato, può fare una grande carriera come allenatore”.

CONDIVIDI
Ho 21 anni e nella vita studio, per l'esattezza frequento la facoltà di Culture digitali e della Comunicazione alla Federico II di Napoli. Sogno di vivere un giorno grazie al giornalismo sportivo. Amo la musica e suono la chitarra da circa dieci anni. Redattore anche di IamNaples.it