#SampdoriaPescara, Giampaolo: “Approccio giusto, molto contento di quanto fatto. Su Kownacki…”

Giampaolo

Il tecnico della Sampdoria Marco Giampaolo è stato intervistato da Rai Sport al termine del match disputato, e vinto per 4-1, dalla sua squadra contro il Pescara, valido per i sedicesimi di finale della TIM Cup 2017-18.

L’allenatore blucerchiato ha analizzato la prestazione dei suoi calciatori, dicendo che hanno avuto il giusto approccio alla gara e che è rimasto contento da quanto visto siccome ha trovato pronti tutti quei calciatori schierati in campo oggi e che non hanno giocato molto in campionato. Inoltre, l’ex Empoli ha rilasciato alcune dichiarazioni per quanto riguarda la corsa allo Scudetto ed ha terminato parlando di Dawid Kownacki, attaccante polacco di proprietà dei liguri che questa sera si è reso protagonista con una doppietta.

Ecco le parole di Giampaolo:

Juventus, Inter e Napoli: l’affare scudetto è tra queste tre squadre?

“Manca la Roma, manca anche la Lazio. Sono cinque squadre forti, ognuna con caratteristiche diverse”.

Avete avuto il giusto approccio?

“Abbiamo fatto subito due gol, la partita si è messa subito bene. Abbiamo approcciato la gara nella maniera giusta, le differenze le marchi se la partita la prendi di petto. Abbiamo visto oggi pomeriggio, non sono mai partite scontate. Serve affrontarle con il piglio giusto. Poi il Pescara se lo lasci giocare ha le geometrie giuste, ti fa correre molto. Sono molto contento, c’è stato modo di dare minutaggio a chi ha giocato bene. Chi è stato chiamato in causa ha fatto bene”.

Gli interpreti si sono fatti trovare pronte: questo è un bel segnale?

“Penso che sia difficile giocare ogni tre giorni, almeno che tu non sia una squadra abituata a farlo. Se hai la possibilità di giocare con giocatori affidabili tutto cambia. Io dico sempre che bisogna mettere in campo la formazione giusta per quel momento. Avevamo bisogno di risorse fisiche e nervose, sono contento per chi ha avuto meno spazio”.

Roma- Sampdoria si giocherà il 24 gennaio: fino a quanto la sua squadra può reggere questo andamento?

“Era il nostro obiettivo andare avanti, ora ci aspetta la Fiorentina. Sono tutte partite giocate fuori casa. Finché avremo energie e forze andremo avanti. Fino al 6 gennaio ci sarà un calendario ricco di impegni. Siamo contenti di questi risultati”.

Parliamo di Kownacki: può ripercorrere le orme di Schick?

“Sono giocatori diversi per caratteristica tecnica. Schick ha grande senso della porta, ma viene anche a giocare fuori. Kownacki è un giocatore di profondità, quando tira in porta fa gol, è generoso ed ha forza è esplosiva. Tra qualche anno diventerà un giocatore forte. In Polonia c’è una buona aria”.

Questa estate potrebbe arrivare una chiamata da Milano o dalla Cina?

“Ci andremo in vacanza in Cina, a Milano di passaggio qualche volta”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008