Allo stadio Luigi Ferraris di Genova si gioca la partita, valevole per la quindicesima giornata di Serie A Tim 2017/2018, tra i padroni di casa della Sampdoria e gli ospiti della Lazio.

I doriani sono sicuramente la sorpresa in positivo di questo inizio di campionato, con ben 26 punti in 13 partite e fino ad ora sempre vincente in casa. Numeri che valgono la sesta posizione per la squadra padrona di casa. Anche la Lazio però non scherza: attualmente occupa la quinta posizione con solamente cinque punti di distacco dalla zona Champions League.

Dopo una fase di stallo delle due formazioni, la squadra laziale va vicino al vantaggio al 15′ con Parolo che non riesce però ad inquadrare la porta con un colpo di testa da buona posizione. Al 17′ ancora gli ospiti hanno una buona opportunità, stavolta con Immobile che però non riesce a centrare la porta. La Sampdoria si fa viva al 24′ con Gaston Ramirez che, dopo una buona azione personale, calcia alto dal limite dell’aerea. Ancora la squadra di casa, al 31′, cerca di impensierire Strakosha con Zapata senza però trovare la rete dell’1-0. Al 36′ Immobile ha una buona occasione ma Viviano fa buona guardia. Le compagini terminano la prima frazione sullo 0-0. Nella ripresa la Lazio parte forte con Parolo che, al 52′, colpisce il palo da buonissima posizione. Scampato il pericolo, la Sampdoria passa in vantaggio al 56′ con Duvan Zapata che, su un gran cross di Quagliarella, insacca di testa. La Lazio subisce il colpo e, al 58′, i padroni di casa hanno la chance per raddoppiare con Quagliarella che però non trova il gol. Dopo il vantaggio doriano la Lazio si riorganizza e, dopo una girandola di cambi, trova la rete del pareggio all’80’ grazie a Milinkovic-Savic, abile a sfruttare un rimpallo in area di rigore. La squadra capitolina si risveglia e trova la rete dell’1-2 finale al 91′ con Caicedo, abile ad insaccare dopo un’incertezza difensiva della Sampdoria. La partita temina dopo tre minuti di recupero. Prima sconfitta in casa per la Sampdoria che permette così alla Lazio di staccarla di sei lunghezze.

Sampdoria-Lazio 1-2

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano 6; Bereszynski 5.5, Silvestre 6, Ferrari 5.5, Murru 5.5; Barreto 6, Torreira 6.5, Praet 6 (dall’84’ Verre s.v.); Ramirez 6 (dal 77′ Alvarez 6); Quagliarella 6.5 (dal 70′ Kownacki 6), Zapata 6.5. All. Marco Giampaolo 6

A disposizione: Andersen, Capezzi, Caprari, Djuricic, Dodo, Puggioni, Regini, Sala, Tozzo.

Lazio (3-5-1-1): Strakosha 6; Bastos 5.5 (dal 62′ Patric 6), De Vrij 6, Radu 5.5; Marusic 6, Parolo 5.5, Leiva 6 (dal 75′ Caicedo 6.5), Milinkovic-Savic 7, Lulic 5.5 (dal 75′ Lukaku 6.5); Luis Alberto 5.5, Immobile 5. All. Simone Inzaghi 6.5

A disposizione: Basta, Guerrieri, Murgia, Neto, Palombi, Ramos Marchi, Vargic.

Arbitro: Mazzoleni (sez. Bergamo)

Marcatori: 56′ Zapata (SAM), 80′ Milinkovic-Savic (LAZ), 91′ Caicedo (LAZ)

Ammoniti: Immobile

Espulsi: 

Noterecuperi 0′ p.t. e 3′ s.t. Angoli: 5-6

Top90esimo: Milinkovic-Savic: il centrocampista serbo è l’arma in più della Lazio. Unisce qualità e quantità e segna anche la rete del momentaneo 1-1 che dà fiducia agli uomini di Inzaghi.

Flop90esimo: Bastos: oggi poco lucido e spesso disattento. Non disastroso ma ci ha abituato a prestazioni migliori.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008