#SampdoriaFiorentina 3-1 – Un super Quagliarella fa volare i blucerchiati. Pagelle e tabellino del match

Fabio Quagliarella 1

Si è da poco concluso sul risultato di 3-1 il match tra Sampdoria e Fiorentina, valevole per la 21esima giornata del campionato di Serie A. Decisiva la tripletta di Fabio Quagliarella, che sale a 15 gol stagionali. Con questa vittoria la squadra di Giampaolo resta in sesta posizione in classifica a quota 33. I viola, invece, finiscono a cinque punti dalla zona Europa.

LA CRONACA DEL MATCH

PRIMO TEMPO – La partita inizia subito con buoni ritmi. Avvio di personalità della Fiorentina, che al 2′ arriva alla conclusione dal limite con Simeone: facile la presa per Viviano. Al minuto 11 prima vera occasione del match: cross di Chiesa, Ferrari si fa ingannare dal rimbalzo e Simeone indirizza di testa sul secondo palo; la palla, però, termina a lato di non molto. Al minuto 17 prima vera palla gol per i padroni di casa: Ramirez trova Quagliarella sul secondo palo; l’attaccante ex Napoli colpisce al volo, ma Sportiello è attento e respinge; il portiere viola è, poi, miracoloso sulla respinta a botta sicura di Kownacki. Un minuto dopo ci prova Quagliarella, ma al momento della conclusione Pezzella riesce a tamponare e mandare in calcio d’angolo. La Sampdoria continua a spingere e al 30′ arriva il gol del vantaggio: il solito Ramirez pennella per Quagliarella, che evita Pezzella e batte Sportiello con un diagonale potente sul secondo palo. Al 32′ subito occasione per gli ospiti per pareggiare: Biraghi trova Babacar in mezzo all’area; l’attaccante ex Modena colpisce di destro, ma non trova lo specchio della porta. Al minuto 40 tentativo del solito Quagliarella su punizione da buona posizione: il portiere ospite è attento e blocca in due tempi. Si conclude così la prima frazione.

SECONDO TEMPO – Pronti via ed occasione per il pareggio sui piedi di Benassi: il tiro dell’ex Toro viene sporcato da Praet e si perde di poco a lato. Sempre il centrocampista scuola Inter ci prova al 51′, ma anche questa volta la palla finisce fuori di un soffio. Al 54′ torna a rendersi pericolosa la Samp: sugli sviluppi di un corner la palla finisce sui piedi di Silvestre, che manda alto non di molto. Sei minuti dopo i padroni di casa trovano il raddoppio: Ramirez libera Quagliarella, che per la seconda volta di fronte a Sportiello non fallisce. E’ 2-0. Al 68′ arriva anche il tris dell’attaccante blucerchiato: splendida combinazione tra Praet e Ramirez, con l’ex Bologna che trova ancora Quagliarella libero in mezzo all’area; il bomber controlla e non sbaglia. Dopo il terzo gol i ritmi del match calano inevitabilmente. Al minuto 80 i viola trovano il gol della bandiera: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Saponara spizza e trova Sanchez, che davanti a Viviano non fallisce. Nel finale qualche occasione per i padroni di casa per aumentare i gol di scarto, ma dopo tre minuti di recupero l’arbitro Pasqua fischia la fine: Sampdoria-Fiorentina 3-1.

TABELLINO E PAGELLE

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano 6; Bereszynski 6, Silvestre 6,5, Ferrari 5,5, Strinic 6; Linetty 6,5, Torreira 6,5, Praet 7; G.Ramirez 7,5 (84′ Barreto sv); Quagliarella 9 (75′ Caprari 6), Kownacki 5,5 (58′ Zapata 6). All.: Giampaolo.

Fiorentina (4-4-2): Sportiello 6,5; Laurini 5, Vitor Hugo 5, Pezzella 4,5, Biraghi 5; Chiesa 5,5, Badelj 6, Benassi 5,5 (65′ Saponara 6,5), Eysseric 4,5 (71′ Sanchez 6,5); Babacar 5 (66′ Dias 5,5), Simeone 5,5. All.: Pioli.

Marcatori: 30′ Quagliarella (S), 60′ Quagliarella (S), 68′ Quagliarella.

Ammoniti: 33′ Eysseric (F), 39′ Pezzella (F), 86′ Torreira (S).

Espulsi: –

Arbitro: Pasqua.

Top 90ESIMO – Quagliarella: seconda giovinezza per l’attaccante blucerchiato, che sigla una tripletta d’autore. Svaria per tutto il fronte offensivo, corre e libera spazi per i compagni. E, soprattutto, è freddissimo per ben tre volte di fronte a Sportiello. 15 gol in campionato e record personale di gol in una stagione (e mancano ancora 17 giornate…).

Flop 90ESIMO – Pezzella: senza Astori il difensore ex Betis non si dimostra capace di guidare il reparto arretrato viola. Fatica praticamente sempre a tenere gli attaccanti avversari, Quagliarella in primis, e commette errori gravi in occasione delle reti subite.