A parlare a Samp TV è stato l’ex calciatore blucerchiato, al momento in forza al West Ham, Pedro Obiang.

Queste le sue parole riportate da tuttomercatoweb.com: “La Samp per me ha rappresentato una famiglia, qualcosa di molto grande. Sono tornato recentemente a Genova e sono stato accolto come quando giocavo qui, una cosa strana siccome non sono stato una bandiera di questa società. Ma significa che per la gente blucerchiata io non sono mai andato via e ciò mi emoziona. Le nostre strade si sono separate, ma sono diventato un grande tifoso della Sampdoria. Quando sono arrivato a Genova è stata dura, poi pian piano mi sono ambientato: ho imparato la lingua ed ho stretto diverse amicizie. Attualmente ho legami molto forti con la città, non a caso il mio fisioterapista è genovese, i miei migliori amici anche”.

Su Garrone: “Il Presidente Garrone per me è stato importantissimo. Nel giorno del suo ricordo, dopo la scomparsa, il mio gol l’ho voluto dedicare anche lui, perché c’era sempre nei momenti di difficoltà. Ha dato tantissimo a questa società ed averlo potuto ricordare cosi è stato importante”.

Sul West Ham: “Il mio trasferimento in Inghilterra è stato difficile. Innanzitutto perché dovevo lasciare Genova e la Sampdoria, dove sono cresciuto e nella quale pensavo di rimanerci per sempre. Poi per le differenze che c’erano rispetto all’Italia ed anche perché ho dovuto iniziare tutto daccapo. Infine da quest’anno sono riuscito ad ambientarmi completamente e quindi, pian piano, è iniziata ad essere l’Inghilterra che sognavo”.

CONDIVIDI
Giornalista pubblicista dal 2017, tifoso del Milan dal 1996. Nato a Catania, studia giurisprudenza e ama scrivere di calcio ed attualità. Ha pubblicato un libro dal titolo "CircoStanze" con la casa editrice "Prova d'Autore".

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008