Sampdoria, Kownacki: “Schick? Siamo diversi, mi piacerebbe giocare di più”

Reduce da due goal consecutivi nelle ultime due giornate di Serie A, l’attaccante della Sampdoria, Dawid Kownacki, ha parlato del paragone con Schick ai microfoni de Il Secolo XIX:

“Non voglio certamente dire che sono meglio io, sai chiaro, Patrik è fortissimo, dico che siamo diversi e io voglio essere Dawid Kownacki ed essere giudicato dai tifosi solo per quello che farò in campo. Il gol all’Inter? Ero nel posto giusto ed è andata bene nonostante di fronte avessi un portiere grandi come Handanovic. Amazing, pazzesco. Sia durante la partita, appena me ne sono reso conto, sia dopo quando l’ho rivisto in tv, avevo i brividi. Peccato solo aver perso la gara, non mi sono potuto godere del tutto quella soddisfazione così forte”

Continuando: “Certo, vorrei giocare sempre e giocare di più. Però conosco la mia posizione nella gerarchia degli attaccanti e va benissimo così. Questa è la stagione in cui devo studiare, capire e farmi trovare ponto. Tutti vorremmo sempre giocare, è normale. Però ripeto, so qual è la mia posizione alla Samp e se il mister mi dice che devo fare 5 minuti, faccio 5 minuti. Nessun problema. Ho vent’anni, penso di dover migliorare in tutto. La cosa principale è giocare con le spalle alla porta. In Polonia ero abituato a giocare quasi solo fronte alla porta ma qui in Italia è molto diverso. Mondiali? È il mio sogno ma per poterlo anche solo sognare devo fare bene nella Sampdoria, bene nell’Under 21, meritarmi lo spazio in campo, se possibile segnare, e magari chissà che un sogno così grande non si possa anche realizzare. Mi sento molto bene qui, mi piace vivere a Genova”

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Tifosissimo del Milan! Oltre al calcio, appassionato di Formula 1, Basket, Tennis e Ciclismo. Uno dei redattori all'interno di Fanta90. Gestisce la rubrica dedicata al calcio spagnolo: LaLiga Futbòl.