Sampdoria, il comunicato sulle indagini della Magistratura

L’ufficio stampa della società ligure ha pubblicato un comunicato stampa all’interno del quale si capisce la posizione dei blucerchiati in merito alle recenti indagini della Magistratura. Di seguito il comunicato stampa.

“Ribadendo la fiducia nel lavoro della Magistratura e la serena convinzione di chiarire ogni addebito nelle sedi competenti, l’U.C. Sampdoria avverte il dovere di comunicare brevi e significative precisazioni per replicare ad alcune ricostruzioni mediatiche distorte, che non raccontano il reale valore della Società, del suo operato e che ne danneggiano gravemente l’immagine.

• Dopo l’acquisizione nel giugno 2014 la Società, durante la gestione del presidente Massimo Ferrero, ha realizzato utili per euro 3.232.818 (esercizio 2016) ed euro 9.286.928 (esercizio 2017) e in entrambi gli esercizi, alla chiusura del bilancio, si è deliberato di non distribuire ai soci gli utili stessi, al fine di patrimonializzare la Società;

• Quanto all’esercizio in corso (2018), la Società chiuderà il bilancio in attivo, il terzo consecutivo, un dato che conferma come la Società abbia intrapreso un percorso virtuoso in controtendenza rispetto al recente passato, basti pensare che nei 5 esercizi precedenti all’attuale gestione la Società aveva accumulato perdite per oltre 100 milioni.

• Dal 31 dicembre 2014 al 30 settembre 2018 la Società ha sostenuto investimenti nelle infrastrutture pari a 16,5 milioni di euro, principalmente per migliorare il centro sportivo di Bogliasco, realizzando impianti moderni per la prima squadra, per il Settore Giovanile e dotando l’Academy di una Residenza di proprietà mai esistita in precedenza. Sono già programmati ulteriori investimenti per circa 10 milioni di euro.

• Il patrimonio contabile dei calciatori di proprietà della Società è passato da circa 36,7 milioni di euro (al 31 dicembre 2014) a 78,5 milioni di euro al 30 settembre 2018, a conferma del fatto che in questi anni la Società non ha disperso valore bensì ha aumentato il proprio patrimonio. Il valore di mercato della rosa è sensibilmente superiore e, negli ultimi 4 esercizi, sono stati investiti 165 milioni di euro per l’acquisizione dei diritti sportivi di calciatori.

Queste precisazioni, che si basano su dati inconfutabili, valgono più di ogni altro commento e hanno l’intento di rappresentare il lavoro svolto dalla Società ai nostri appassionati tifosi”.

CONDIVIDI
Vincenzo, classe 1998, amante del bel calcio e della Juve. Il mio preferito: Roberto Baggio, IL GIOCATORE.