Sampdoria, Giampaolo: “Mi aspetto un Crotone affamato, sarà dura. Bereszynski l’unico indisponibile domani”

Giampaolo

Dopo la sosta forzata dovuta alla scomparsa di Davide Astori, con conseguente rinvio della gara contro l’Atalanta, la Sampdoria di Marco Giampaolo domani ritorna in campo, e lo farà in trasferta contro il Crotone all’Ezio Scida.

Ecco di seguito le parole del tecnico blucerchiato, intervenuto nel corso della consueta conferenza stampa alla vigilia del match contro i pitagorici:

Come si ricomincia dopo uno stop del genere dovuto alla scomparsa di Astori?
“Innanzitutto voglio sottolineare come la tragica morte di Astori abbia toccato la sensibilità di tutto il mondo sportivo e non, che ne conferma la qualità dell’uomo. C’è stata una partecipazione collettiva per questo evento tragico. Poi si può sottolineare che alla fine decidono i calciatori. Non giocare domenica è stata una decisione unanime di tutti i calciatori del campionato italiano.

Poi la FIGC, il CONI e la Lega, non so chi, hanno ratificato, ma hanno trovato un comportamento di coerenza, senso di appartenenza. Si riparte onorando la memoria di Astori. Questo tipo di tragedia avvicina la gente. Ieri guardavo la partita Roma-Torino ed è stato dedicato un pre-partita bellissimo al ragazzo. Si riparte onorando lo sport, onorando anche la memoria del ragazzo”.

La sosta vi ha danneggiato?
“La squadra ha fatto una grandissima settimana. La sosta forzata non ha cambiato i programmi della squadra, anzi si è preparata molto bene. Sono soddisfatto di come hanno lavorato i ragazzi”.

Storicamente la Samp sui campi dove sulla carta erano favorevoli è incappata in prestazioni deludenti.
“Mal che vada continueremo a migliorare la nostra storia (sorride ndr). La squadra ha lavorato bene, si è preparata per andare a vincere la partita che non è facile. Sarà una gara dura che può risentire di altri fattori collaterali alla partita stessa. Sapendo che il Crotone ha bisogno di punti, è una buona squadra, ha un ottimo allenatore, è un club che stimo per come ha saputo lavorare in questi anni”.

TMW: si aspetta un Crotone che farà la partita oppure distruggerà il vostro gioco?
“Il Crotone ha fatto risultati altalenanti. Io mi aspetto una squadra che farà il possibile per vincere perché ha bisogno di punti. Ha delle qualità, mi aspetto una partita difficile ma guardo in casa mia”.

Come procede il recupero di Bereszynski?
“L’unico indisponibile per questa partita è lui. Ho molti dubbi di formazione, dovuta alla buona forma dei ragazzi. Ci sono molti diffidati e quindi c’è bisogno di tutti, viste anche le tante partite ravvicinate. A centrocampo siamo competitivi così come in avanti e in difesa. Se la Samp centrerà l’obiettivo è perché siamo stati tutti competitivi”.

Andersen?
“Diventerà forte. In lui ritrovo tante belle qualità nel ruolo di centrale. E’ subentrato terzino ma non sono quelle le sue competenze. Il giocatore mi piace, davanti ha un giocatore di grande affidamento come Silvestre. Non avesse avuto lui ma un giocatore con un profilo meno importante lo avrebbe insidiato perché Andersen è forte, sarà il futuro della Samp”.

Le voci sul mondiale potrebbero causare distrazioni?
“Credo che convocazione in nazionali e le voci di mercato siano il frutto di quanto fatto i giocatori. Le distrazioni sarebbero figlie non del lavoro fatto. Il giudice supremo è il campo. Le attenzioni per le nazionali e per le ambizioni personali, qualunque siano, sono sempre figlie del lavoro che si fa”. A riportare è Tuttomercatoweb.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall'infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese. Sogni? Diventare un rinomato scrittore, necessariamente felice.