Sampdoria, Giampaolo: “Ho bisogno di una punta. Su Schick…”

Marco Giampaolo

Intervenuto in conferenza stampa dopo la vittoria contro il Foggia, Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, ha trattato diversi temi, dal campo al mercato. Di seguito tutte le sue parole.

Sulla gara – Primo tempo sofferto perché le differenze sono molto marginali e lo dimostrano i risultati che ci sono stati in queste gare. Di fronte avevamo una buona squadra con conoscenza e tecnica. Le partite devi sudartele. Abbiamo avuto una condizione fisica migliore nella sostanza dei 95 minuti, il Foggia è stato più evanescente nella seconda parte della gara mentre noi abbiamo continuato a fare la partita. Quindi non credo che i cambi siano stati determinanti. È stata una prova dignitosa da parte della squadra“.

Su Praet – Praet? A me è piaciuto. Deve essere convinto lui, non possiamo avere 50 trequartisti e io sono sempre più convinto che quello di mezz’ala sia il suo ruolo. Penso anche che in futuro possa essere un grande play ma deve essere convinto lui“.

Su Caprari e Kownacki – Caprari è un giocatore che deve consolidare autostima. Qualche numero ce l’ha ma credo che debba migliorare nella convinzione, gli ho detto di non essere presuntuoso ma pensare di essere più forte. Penso che la Samp, club di livello, lo può aiutare. Kownacki è giovane e deve migliorare in tante cose. Schick aveva qualità ma non una struttura definita. Kownacki è un giocatore con caratteristiche diverse. È un finalizzatore. Penso che in futuro possa diventare un giocatore forte“.

Su Schick – L’ho detto in tempi non sospetti che Schick sarebbe andato via. Dopo una vittoria in un derby ho detto alcune cose che si sono verificate. Lui è un giocatore della Samp, non so quando può essere disponibile per allenarsi con noi e non so cosa succederà. Se ho l’impressione che serva qualcosa dal mercato? Non è un’impressione. Ne ho bisogno. Abbiamo bisogno di mettere un giocatore in avanti perché le partite le vinci con quelli lì davanti bravi“.

CONDIVIDI
Capo-redattore di Novantesimo.com. Cresciuto nel calcio di fine anni '90 e inizio 2000, l'amore per lo sport è scoccato fin da subito. La mia passione si divide tra calcio, economia e storia, che porto avanti con €uroGoal e Storie Di Calcio.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008