Continua l’infinita querelle giudiziaria tra il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero e l’ex moglie Laura Sini: dopo la questione attorno all’assegno di mantenimento che il patron blucerchiato avrebbe smesso di versare alla Sini, i due si rincontreranno in tribunale il prossimo mese.

Il produttore cinematografico, assolto a dicembre con formula piena in un processo attuato da una famiglia di imprenditori viterbesi, avrebbe avuto un altro alterco con l’ex coniuge a causa di un documento su cui ella avrebbe dovuto apporre una firma.

I toni della discussione si sarebbero alzati al punto che il produttore romano avrebbe minacciato la moglie di denunciarla per bancarotta fraudolenta: “Ti faccio finire in galera, devi firmare il bilancio della società, altrimenti ti rovino” avrebbe detto il numero uno blucerchiato, secondo quanto sostenuto dall’accusa, che sarà ancora ascoltata ad ottobre, nel prossimo episodio di questa diatriba familiare infinita.

Solo lo scorso dicembre, il patron blucerchiato era stato assolto “perchè il fatto non sussiste” riguardo le accuse di evasione di 1 milione di euro in relazione alla società Blu Cinematografica, chiudendo un processo durato 5 anni. A gennaio dello scorso anno, invece, è stato condannato a quattro mesi di reclusione dal tribunale monocratico di Roma perchè, nel 2011, aveva operato lavori di ristrutturazione in un suo appartamento ai Parioli, per il quale i tecnici del II Municipio non avevano rilasciato i permessi necessari.
APRI un CONTO con bet365 e RICEVI IL SUPERBONUS che RADDOPPIA le giocate.

CONDIVIDI
Guardo e studio il calcio da 20 anni con gli occhi di un bambino che vede Ronaldinho in azione per la prima volta.