Sampdoria, Ag. Torreira: “Terminerà la stagione a Genova, poi si vedrà. Il legame con Ramirez lo aiuta molto”

Pablo Bentancurt, agente di Gaston Ramirez e Lucas Torreira, perni della Sampdoria di Marco Giampaolo, ha rilasciato la seguente intervista ai microfoni della redazione di Tuttomercatoweb soffermandosi sulla stagione dei suoi assistito.

Ecco di seguito l’intervista integrale:

Come sta vivendo la seconda esplosione di Gastòn Ramirez? La Sampdoria si sta rivelando un club perfetto. “Intraprendere il rapporto professionale è stata la scelta migliore per entrambe le parti, la Sampdoria è stata una destinazione molto positiva per il giocatore, il quale sta dimostrando grande attaccamento e determinazione, come testimoniato dalla recente prestazione di Napoli dove è stato anche ammonito dall’arbitro.

Avevamo tante offerte concrete prima di firmare con la Sampdoria; due squadre di Championship, il Betis, il Friburgo e il Nantes allenato da Ranieri, il quale aveva già provato ad acquistarlo nel suo ultimo mercato alla guida del Leicester. Gastòn è un giocatore che aveva bisogno di questo, far parte di una squadra con una filosofia di gioco propositivo, ben sviluppato, offensivo, al contrario di molte altre formazioni che scendono in campo per difendersi”.

L’obiettivo del trequartista è conquistare un piazzamento utile in chiave Europa League? Arrivare in Europa con la Sampdoria è il secondo obiettivo stagionale che Gastòn voleva e vuole tuttora raggiungere. Il primo in ordine cronologico era tornare a giocare nel campionato italiano dove è nato calcisticamente a livello europeo ed è già stato protagonista a Bologna. Anni fa fu venduto in Premier League, era molto giovane.

Oggi è molto maturo, evidenza grande personalità nel caricarsi la squadra anche nelle partite più difficili, ad esempio contro Juventus e Napoli. Sebbene la critica giornalistica non lo nota in alcune occasioni si tratta di un giocatore che corre molto nei 90′, cercando la migliore posizione per incidere con maggiore efficacia, ad esempio con la Juventus è stato il blucerchiato ad aver percorso il maggior numero di chilometri, arrivando quasi a 13. al giorno d’oggi ci sono programmi e sistemi a livello professionistico che lo segnalano”.

Nonostante la giovane età Torreira si sta sempre più dimostrando un autentico leader. La convocazione ai Mondiali sarebbe il giusto riconoscimento per un simile rendimento. “Torreira è un ragazzo molto speciale, non sente la pressione e mantiene un’umiltà eccezionale, a volte può sembrare esagerata. Non si è mai disperato, non ha mai rilasciato dichiarazioni che potessero far pressione per un’eventuale convocazione in Nazionale.

Mi ha sempre detto e ha dimostrato con i fatti di dedicarsi al sacrificio e al lavoro quotidiano, di conseguenza ritiene di poter avere un giorno un’opportunità. Lo pensa con la maturità di un giocatore più esperto rispetto alla sua giovane età. È un ragazzo speciale e lo dimostra anche nelle piccole cose. Aveva una piccola vecchia Kia e nessuno poteva credere che fosse l’unica auto di un giocatore che milita in Serie A in Italia cinque mesi dopo il nuovo contratto con la Sampdoria. Si comprerà un’auto un pochino migliore.

“El Pac – Man”, come lo chiamano gli amici più stretti, è molto umile, vive al 100% per il calcio, in televisione guarda partite di campionati italiani per ore e ore, di tutte le categorie. É un ragazzo semplice e un professionista esemplare. La sua maggior fortuna è poter avere quest’anno Gastòn come compagno, è una presenza che immaginavo avrebbe potuto aiutarlo ulteriormente nel processo di crescita a livello calcistico e già si stanno vedendo i risultati in campo”.

A gennaio Lucas resterà sicuramente alla Sampdoria e in estate seguiremo l’evoluzione del mercato? “L’idea è che Lucas termini questo campionato con la Sampdoria e i blucerchiati possano raggiungere un posto in Europa. Se verrà migliorata un po’ la fase difensiva e sono convinto che così sarà, potremo vedere la Sampdoria in Europa al termine della stagione”.

 

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Da sempre dipendente dal calcio e dall'Inter.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008