Il procurato del giocatore della Sampdoria Omar Colley, Cheikh Fall, ha parlato ai microfoni di Tuttomercatoweb.com: “Già dal pre-campionato si vedeva che era tranquillo, è un ragazzo molto sereno. Non ha subito il cambio di campionato, questo è il quinto nella sua carriera. Ambientarsi per lui non è più un problema: non era facile, certo, ma non ha riscontrato maggiori difficoltà perché c’è una squadra collaudata e un tecnico preparatissimo”.

Quel paragone con Koulibaly: “Loro due sono molto amici, si sentono spesso e ci scherzano anche sopra. Sa che quel paragone deve essere solo un motivo di stimolo per fare sempre meglio, non è un punto di arrivo”.

Le impressioni di Giampaolo: “E’ felice di come lavora, è un tecnico preparatissimo. Non è un ragazzo che fa sviolinate, se sente qualcosa te la dice altrimenti no: è molto felice dell’ambiente che ha trovato a Genova”.

La Samp era già su Colley un anno fa: “La Sampdoria lo conosceva bene e non acquista a caso, quando prende qualcuno lo fa perché è sicura di ciò che sta facendo. Posso confermare che l’ha seguito per oltre un anno”.

Colley può ancora migliorare: “Lui ha fisicità e velocità. Sembra un falso lento, ma non è così. Ha senso della posizione, ma deve mettere ancora su un po’ di muscoli, qualche chilo. E poi deve continuare a lavorare sulla tattica, perché l’Italia è la patria della fase difensiva” .

Un pensiero sulla Sampdoria: “Attenzione a Ronaldo Vieira. Finora ha giocato poco, ma ha già fatto intravedere le sue qualità. E’ un centrocampista centrale sempre nel vivo del gioco, che non cerca mai la giocata ad effetto ma si fa sempre trovare al posto giusto al momento giusto. E poi è un ’98, ha tutto per crescere e affermarsi”.

CONDIVIDI
Campano di nascita e siciliano d'adozione, classe 93' e passato da terzino destro. Ho successivamente capito che rendo meglio da giornalista che come calciatore.