Queste le parole in conferenza stampa, riportate da tuttomercatoweb, di Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria dopo il pareggio in casa contro il Chievo:

“Oggi fra Sala, Pavlovic e Muriel avevamo giocatori non abituati ai novanta minuti. Sala è stato un rientro forzato, Pavlovic non giocava una gara da tempo e Muriel non aveva i novanta minuti. Questo pesa nell’intensità dei novanta minuti. Abbiamo fatto qualche errore tecnico, le due squadre ritengo siano arrivate con la stessa benzina. La gara è stata giocata sullo stesso livello ma la squadra non si è risparmiata, ha sudato fino all’ultimo minuto. Con qualche imprecisione ma questo fa parte del gioco. Sull’atteggiamento non ho nulla da rimproverare. Io so chi alleno. Conosco la forza e il potenziale del mio organico. Non mi sono illuso e non mi sono depresso. Questa squadra se è riuscita a fare quello che ha fatto è perchè ha giocato da squadra. Io ne conosco i pregi e i limiti. Le idee chiare io le ho su cosa fare per poterla migliorare. Questo però è un discorso che vale per il prossimo anno e ne parlerò a breve col club. Noi dobbiamo lavorare per migliorarla. Ora abbiamo uno scontro diretto domenica con l’Udinese per blindare il decimo posto e dopo faremo altri discorsi. Quagliarella? Ha fatto gli esami. Credo non ci siano lesioni anche se il referto sarà compito del dottore. Muriel è come se avesse fatto una scuola guida. Era previsto giocasse venti minuti, settantacinque son stati troppi. Su Schick ci ripetiamo. Ha grandi qualità e grandi doti ma deve imparare. Ha fiuto del gol, ha freddezza, davanti alla porta sbaglia poco ma deve imparare a giocare le partite. E’ normale essendo giovane. Io non faccio richieste. Io se fossi un osservatore esterno direi che Schick deve giocare con continuità per avere la possibilità di migliorare”.

CONDIVIDI
Mario Galterisi, caporedattore di Novantesimo. Architetto, laureato presso la Facoltà di Architettura dell'Università Federico II di Napoli. Graphic designer free-lance. Addetto stampa presso IBar Academy. Amo il calcio come poche cose ed è una delle poche costanti che trascende i miei interessi.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008