Quagliarella nelle scorse settimane ha fatto una rivelazione davvero clamorosa, il giocatore della Sampdoria ha raccontato di essere stato vittima di stalking e del suo addio a Napoli.

Ai microfoni del Corriere della Sera nell’edizione odierna ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Rimpianto di non essere rimasto a Napoli? Sognavo di starci per sempre, diventare capitano, vincere… A volte gioco a Sliding Doors e mi rivedo in idoli amati come Hamsik o Insigne… Ancora possibile un futuro a Napoli? Alla Samp sto da favola, ho fatto il capitano e ho tifosi magnifici che hanno capito il senso profondo delle mie dichiarazioni su Napoli. Poi so che a 34 anni è difficile. Ma con la mia gente è come se avessi vinto uno scudetto, e mi basta. Il mio futuro dopo il ritiro? Mi piacerebbe insegnare calcio ai giovani”, riporta Tuttomercatoweb.

CONDIVIDI
Pasquale Rosolino, 92 d'annata. Editore di Novantesimo.com. Troppo malato di calcio, se non sto scrivendo ne sto parlando e se non ne sto parlando? Sto sognando! Editor per Visit Naples.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008