Samp: Ferrero, anche noi seguivamo Piatek

Massimo Ferrero

(ANSA) – GENOVA, 20 NOV – “Mi auguro che il derby possa portare un sorriso a tutti i cittadini di Genova, ma sono sicuro che ci rialzeremo”. Così il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero intervenuto a Radio Marte presenta la stracittadina col Genoa in programma domenica al Ferraris.

Attese 30mila persone per un appuntamento molto sentito in una città ancora ferita dalla tragedia del crollo di Ponte Morandi. Il massimo dirigente svela un retroscena di mercato su Piatek, bomber del Genoa: “Derby polacco tra Kownacki e Piatek? La cosa incredibile è che Piatek era la riserva di Kownacki. Li abbiamo visti tutti e due e decidemmo di prendere Kownacki perché per noi era il titolare. Mi auguro che Piatek duri molto tempo, così vedo Preziosi ridere”.

Quagliarella? “È nel mio cuore, abbiamo un rapporto sereno e dopo le feste ci vedremo. A gennaio decideremo in piena serenità cosa fare: se vorrà rimanere, resterà con noi, se vorrà andare via, lo lasceremo andare. Quagliarella è un campione e per questo non si esaurisce mai”.

CONDIVIDI
"La maniera di andare a caccia è di poter cacciare tutta la vita, fino a che c’è questo o quell’animale [...] e quella di scrivere è sin che tu riesci a vivere e vi siano lapis e penna e carta e inchiostro o qualsiasi altro strumento per farlo, e qualcosa di cui ti importi scrivere, e tu senta che sarebbe stupido, che è stupido fare in qualsiasi altro modo" - Ernest Hemingway, Verdi colline d'Africa, 1935.