Salvini: “Il Napoli non deve fermarsi in caso di cori razzisti”

Continua ad occupare largo spazio mediatico nel calcio italiano il caso “cori razzisti” e come comportarsi quando vengono fatti, con il Ministro degli Interni Matteo Salvini che questa mattina è tornato ad parlare dell’argomento.

Intervenuto ai microfoni di Radio24, Salvini ha affermato le seguenti dichiarazioni circa le possibili azioni del Napoli in caso di cori: ”
Valgono le regole Uefa e Fifa” che prevedono l’interruzione momentanea dei match. Il Napoli non fa bene a fermarsi in caso di cori razzisti, perché lascia uno sport bello come il calcio in mano a pochi violenti e pochi deficienti”.

E ancora: “Fa bene un campione come Seedorf a dire: se c’è un coro sbagliato, se ci sono fischi contro un bianco, un nero, un giallo, un verde, la risposta non deve essere la chiusura ma devono essere gli applausi del 99% dei tifosi per bene”. A riportare è Repubblica.it.

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall'infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese.