Salisburgo, Rose sul ritorno contro la Lazio: “Ho piena fiducia della mia squadra”

L’allenatore del Salisburgo, Marco Rose, ha parlato in conferenza stampa in vista del match di ritorno dei quarti di Europa League contro la Lazio.

Queste le sue parole riportate da calciomercato.com: “Abbiamo preparato diversi cambiamenti rispetto all’andata. Abbiamo giocato con il 3-5-2, ora vogliamo provare qualcosa di diverso. Abbiamo escogitato nuovi modi per poter uscire e penetrare gli spazi, speriamo così di poter fare più pressione.”

Il derby tra Roma e Lazio sarà un vantaggio per noi? Questa domanda mi innervosisce, significa che la Lazio non si stia curando di noi? A volte sembra quasi che siamo già campioni. Poi però, dopo una sconfitta, tornano a essere poste questo tipo di domande.

Questo non mi riguarda, ho piena fiducia: ho piena fiducia della mia squadra, me ne prendo cura, analizziamo le situazioni e affrontiamo partita per partita. Queste domande cosa significano, che ora dovrebbero sottovalutarci?. Ma questa dovrebbe essere una cosa che mi riguarda? Che dovrebbe influenzarmi o aiutarmi? Non ho idea di come la Lazio giudichi la partita di domani rispetto a quella di domenica.

O forse dovrei dire sì in ogni caso, che ci sottovalutano, che li batteremo 4-0, che vi conviene preparare lo champagne per festeggiare? Questa domanda mi fa arrabbiare, perché non ha nulla a che fare con la partita di domani. Cosa dovrei fare riguardo alla partita tra Roma e Lazio?

Credete che non proveranno a tirare fuori il meglio dalla sfida di domani? Io credo che vorranno arrivare fino in fondo, perché possono entrare in Champions tramite l’Europa League e vincere un titolo europeo, non so se questa sfida sia meno importante di quella di domenica, non ne ho idea”.

CONDIVIDI
"La maniera di andare a caccia è di poter cacciare tutta la vita, fino a che c’è questo o quell’animale [...] e quella di scrivere è sin che tu riesci a vivere e vi siano lapis e penna e carta e inchiostro o qualsiasi altro strumento per farlo, e qualcosa di cui ti importi scrivere, e tu senta che sarebbe stupido, che è stupido fare in qualsiasi altro modo" - Ernest Hemingway, Verdi colline d'Africa, 1935.