Intervenuto ai microfoni di “Tifosissimi”, l’attaccante della Salernitana Alejandro Rodriguez ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul suo presente in Campania e sul campionato di Serie B: “In Italia ho visto tante curve ma questa spinge di più e gli avversari si intimoriscono. Ti dà una carica in più e toglie tanto agli avversari. Spero di vedere sempre quell’entusiasmo, sia in casa che fuori”.

Sulle critiche arrivate dopo l’errore di Vercelli: “Il calcio è così, io sono un attaccante. Quando sbaglio, pur giocando bene, vieni criticato. Se non sbagliassi nessun gol ora sarei al Real Madrid”.

Il rapporto con la città di Salerno: “La città la sto conoscendo ora anche se per ora ho avuto poco tempo. Sto cominciando a girare, mi piace molto”.

Rodriguez conosce bene il campionato cadetto“Dobbiamo ancora conoscerci bene ma la cosa fondamentale è non perdere. In Serie B ci sono i momenti negativi e riuscire a non perdere è fondamentale perché la classifica è corta, basta poco per scalare posizioni. Ovviamente quando vinci due partite non devi esaltarti ma restare tranquillo. Ora pensiamo a battere l’Ascoli. L’Ascoli sta lavorando bene sulla fase difensiva, per questo motivo non dovremo avere fretta di segnare per evitare di lasciare spazi”.

Sull’esultanza alla Peter Pan“Era come esultava mio fratello e al mio primo gol in Italia mi venne in mente di esultare così, piace anche a mia figlia.”

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008