Ormai, con l’eliminazione di Brasile e Uruguay, sono rimaste solamente nazionali europee in corsa per il titolo. Passano dunque Francia e Belgio, ma andiamo a vedere nel dettaglio:

URUGUAY-FRANCIA 0-2 – L’assenza di un leader, oltre che di un grande attaccante, come Cavani si fa sentire nella sfida valevole per i quarti di finale della Coppa del Mondo. Sono i francesi ad accedere al turno successivo con un Griezmann totale, capace di siglare l’assist da calcio piazzato per la capocciata di Varane al 40′ e di raddoppiare al 61esimo, complice però un grave errore del portiere Muslera. Non c’è mai stata partita per gli uomini di Tabarez, costretti ad arrendersi ai Blues sempre più tra i favoriti alla vittoria finale.

BRASILE-BELGIO 1-2 – L’immenso lavoro di Lukaku, la classe cristallina di De Bruyne e l’esplosività impressionante di Hazard: sono questi, insieme ad un’ottima prestazione difensiva e dell’equilibrio duo Fellaini-Witsel, i fattori che decidono la partita di Kazan. I ragazzi di Tite vedono svanire l’imbattibilità dopo più di 300 minuti per via di un autogoal di Fernardinho al 13′ mentre il bis belga non tarda ad arrivare e al 31′ il bolide di De Bruyne è quasi una sentenza. Nel secondo tempo, Coutinho al 76esimo trova con un ottimo assist Renato Augusto, subentrato a Paulinho tre minuti prima, bravo a girare di testa e accorciare le distanze. Ma è troppo tardi per Neymar e compagni, in semifinale ci va il Belgio.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008