5 vittorie, 15 gol fatti ed 1 trofeo portato a casa nelle prime 6 gare stagionali, la Lazio di Simone Inzaghi è partita come meglio non si potesse fare, nonostante un mercato deludente ed una rosa abbastanza corta per 3 competizioni.

I biancocelesti sono apparsi come una squadra ostica per tutti da affrontare in questo avvio di stagione, con prestazioni di altissimo livello con avversari come Milan e soprattutto Juventus, contro la quale la squadra di Inzaghi ha dominato per gran parte della gara. Quali sono i punti di forza ed i limiti di una squadra che ora sogna la Champions?

Il limite principale sembra poter essere la rosa corta, con il reparto difensivo composto attualmente da De Vrij, Bastos, Luiz Felipe, Radu e Wallace, ai box per un infortunio arrivato contro il Milan. A centrocampo Inzaghi può contare su Lucas Leiva, Parolo e Murgia, mentre Milinkovic e Luis Alberto, due tra i migliori finora, fanno la spola tra attacco e mediana. Gli esterni sono il ruolo dove i biancocelesti sono maggiormente coperti con Lulic e Lukaku a sinistra e Basta, Marusic e Patric a destra. In attacco c’è il totem Ciro Immobile, autentico trascinatore con 9 gol in 6 gare, mentre nel 3-5-2 ipotizzato dal tecnico si giocheranno un posto Caicedo, Nani e Felipe Anderson, con questi due che stanno recuperando da un infortunio.

Il vantaggio della Lazio è senza dubbio la grande qualità nell’11 titolare, con giocatori di grande qualità e dinamismo in grado di far male a molte squadre in Italia ed in Europa, dove i biancocelesti hanno mostrato di avere una mentalità abbastanza europea con il loro calcio fatto di velocità e verticalizzazioni. Mercoledì sera arriva il Napoli all’Olimpico, ancora a punteggio pieno e con 15 gol segnati e soli 2 subiti in 4 partite, per un banco di prova tanto duro quanto interessante.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008