Al termine della partita contro il Verona, terminata per 3-0 a favore della Roma, Florenzi, parlando del suo infortunio e della partita di oggi, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: ”Cosa vorrei festeggiare tra un anno? Magari la nascita di un’altra figlia. Il lungo infortunio mi ha fatto maturare? L’ho usato per me, nella mia testa, per rendermi più uomo di quanto non fossi. Adesso la mia vita è basata ancora di più sul lavoro. Sono cresciuto anche come calciatore. Da fuori vedi tante cose, capisci tante cose. Se non avessi avuto mia moglie e mia figlia non sarei riuscito ad uscirne dall’infortunio. Chi mi è stato più vicino in questi 11 mesi? A parte la famiglia e gli amici, sicuramente De Rossi è quello che mi ha aiutato più di tutti. A che punto siamo con le tattiche di Di Francesco? Il mister sta adattando il suo gioco alle nostre caratteristiche, lo fa da inizio luglio. Oggi si sono viste le cose che proviamo, dobbiamo continuare su questa strada. Mando un grosso abbraccio ad Andrea Conti, deve ripartire, sarà solo un ostacolo nella sua lunga carriera. Arricchito calcisticamente in questo infortunio? Nei primi momenti guardavo solo la Roma e poi era difficile seguire il calcio. Guardavo la Roma perché comunque c’è anche la fede per questi colori. Le altre partite era difficile vederle, preferivo stare con mia figlia. Quando tornerò a crossare come prima? Speriamo presto, ho voglia di fare tante cose belle con la Roma”.

CONDIVIDI
Ama il calcio in ogni sua forma, che sia su erba, in spiaggia, in un palazzetto, a 5, a 11 o anche quello "da divano" su FIFA.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008