Alle ore 21 si è disputato, allo Stadio Olimpico di Roma, il match Roma-Frosinone, valido per la sesta giornata del campionato di Serie A TIM 2018-19. 

La partita ha visto la Roma recuperare terreno dopo le recenti brutte prestazioni con una vittoria per 4-0 contro i cugini del Frosinone, incapaci di reagire nel modo giusto e ancora a zero gol, con un solo punto in classifica, in questo campionato. 

L’incontro inizia subito con il gol della Roma, che, dopo aver perso il primo possesso, riesce ad andare in rete con Cengiz Under al 2′. Il turco si è reso protagonista di un gol spettacolare, prendendo palla a centrocampo e liberandosi da Crisetig con un tunnel per poi lasciar partire un potentissimo sinistro dalla distanza che sorprende Sportiello. La partita appare, dunque, in discesa sin da subito per i giallorossi, che controllano la partita contro un Frosinone che però, almeno inizialmente, sembra non arrendersi. I frusinati, infatti, cercando di sfruttare al meglio il poco spazio concesso dai romanisti per affacciarsi in attacco, senza però riuscire a segnare. Nel frattempo, gli uomini di Di Francesco cercano di ottenere sempre più terreno per chiudere gli avversari nella propria metà campo, riuscendoci e segnando anche il gol del 2-0 al 28′. Questa volta, ad andare in gol è stato il rientrante Javier Pastore, che, come contro l’Atalanta, segna con un colpo di tacco su cross dalla destra di Santon. E’ da qui che inizia la caduta dei ciociari, che iniziano ad andare in estrema difficoltà visti i continui assedi della Lupa e al 35′ subiscono anche il terzo gol della serata. Sulla tabella dei marcatori ci finisce Stephan El Shaarawy, che, dopo la traversa colpita al 27′, sfrutta una lettura sbagliata della difesa per depositare in rete il pallone crossato da Under. 

Visto il largo vantaggio già nel primo tempo, i padroni di casa decidono di abbassare i ritmi per preservare le energie, continuando in questa maniera anche nel secondo tempo. Infatti, da qui in poi, la Roma inizierà a rallentare la circolazione di palla e a giocare in maniera più calma, concedendo anche qualche spazio in più agli ospiti. Questi ultimi, però, non sembrano molto convinti e motivati, visto anche il netto svantaggio, e sprecano le poche occasioni concesse. Questo andamento si protrarrà fino al fischio finale del signor Di Bello, prima del quale, però, arriva anche il quarto gol giallorosso. Il poker è firmato da Kolarov, che, servito al centro dal debuttante Luca Pellegrini, lascia partire un missile che prima colpisce la traversa e poi va alle spalle di Sportiello. La seconda frazione si conclude con un palo colpito dalla squadra di Longo, con Chibsah che stampa il pallone sul legno dopo una punizione di Soddimo deviata dalla barriera. 

Ecco il tabellino e le pagelle del match:

ROMA (4-2-3-1): Olsen 6; Santon 6.5, Manolas 6 (46′ Marcano 6.5), Fazio 6, Kolarov 6.5; De Rossi 6 (82′ Pellegrini Luca 6), N’Zonzi 6; Under 7.5, Pastore 7.5 (67′ Zaniolo 6), El Shaarawy 6.5; Schick 5.5. A disposizione: Mirante, Fuzato, Florenzi, Marcano, Juan Jesus, Pellegrini Lorenzo, Cristante, Kluivert, Dzeko, Zaniolo, Pellegrini Luca. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

FROSINONE (3-5-2): Sportiello 5.5; Goldaniga 5, Ariaudo 5, Capuano 4.5; Zampano 5, Chibsah 6, Crisetig 6, Cassata 5 (72′ Soddimo 6), Beghetto 5; Ciano 5 (72′ Campbell S.V.), Pinamonti 5 (66′ Ciofani S.V.). A disposizione: Bardi, Iacobucci, Salamon, Krajnc, Brighenti, Molinaro, Vloet, Hallfredsson, Soddimo, Ghiglione, Campbell, Perica, Ciofani. Allenatore: Moreno Longo.

ARBITRO: Marco Di Bello (sez. Brindisi).

MARCATORI: 2′ Under, 28′ Pastore, 35′ El Shaarawy, 87′ Kolarov

AMMONITI: 92′ Campbell (Frosinone).

NOTE: Possesso Palla: 66% – 34%; Tiri: 18 – 8; Tiri in Porta: 13 – 3; Punizioni: 9 – 14; Angoli: 4 – 3; Fuorigioco: 1 – 0; Falli: 13 – 8; Recupero: 0 minuti primo tempo, 2 minuti secondo tempo.

TOP 90ESIMO:
Javier Pastore – 7.5: Alla pari del compagno Cengiz Under, è autore di un’ottima prova a tutto campo. Inizia con ritmi un po’ bassi, ma poi prende coraggio e riesce a guidare tutta la squadra in ogni azione. Il gol di tacco è una prodezza che impreziosisce ulteriormente la sua serata da colonna portante della squadra. 

FLOP 90ESIMO:
Marco Capuano – 4.5: Serata infernale per il difensore ciociari, che si è visto costantemente attaccato dai giallorossi, non riuscendo a fermarli. Il centrale commette ripetutamente errori che mettono in difficoltà la propria squadra, che non riesce a mantenere e crolla. In ogni gol degli avversari c’è il suo zampino, in particolare in quello del 3-0. Prestazione da cancellare. 


CONDIVIDI