Alle ore 20.45 si è disputata, allo Stadio Olimpico di Roma, la partita Roma-Chelsea, valida per la fase a gironi dell’edizione 2017-18 della Champions League.

Abbiamo potuto assistere ad una Roma in gran forma, capace di disputare una prestazione fenomenale contro un avversario ostico come il Chelsea, che però si fa trovare forse affaticato e non al meglio della forma.

Il match è iniziato subito al meglio per i giallorossi, che sbloccano subito il risultato con El Shaarawy e costringono gli ospiti ad inseguire. L’ex Milan è riuscito a portare in vantaggio la sua squadra sfruttando un tocco intelligente di Dzeko all’interno dell’area, che, servito da un lancio lungo di Kolarov, appoggia dietro e trova il destro del Faraone che lascia partire una cannonata imparabile per Courtois. E’ già da questo episodio che si può notare l’ottima forma fisica della Roma, in serata di grazia e superiore rispetto ad un Chelsea che non riesce a finalizzare le occasioni da gol create. I londinesi provano subito a reagire e lo fanno con il loro fantasista, ovvero Eden Hazard, resosi pericoloso con una ripartenza conclusa con un tiro poi parato da Alisson. Da questo momento in poi sarà possibile assistere ad importanti azioni da gol create da calciatori come Nainggolan, Florenzi, Dzeko, Morata e gli stessi Hazard ed El Shaarawy, molto attivi sul fronte d’attacco e favoriti anche dai vari errori delle due difese. Nonostante i tentativi, però, la squadra di Antonio Conte non riesce a riportarsi sul risultato di parità e subisce, al 36′, anche il gol del raddoppio romanista, firmato sempre da El Shaarawy. L’attaccante ha fatto tesoro di un clamoroso errore difensivo dell’ex Rudiger, che lascia scorrere verso Courtois un pallone lanciato da Nainggolan e apparentemente innocuo. El Shaarawy è però più veloce e riesce ad arrivare prontamente sul pallone, scaricandolo in rete per il gol che vale il doppio vantaggio dei padroni di casa.

Nella seconda frazione di gioco le due squadre in campo hanno ripreso a giocare con gli stessi ritmi del primo tempo, creando dunque molte occasioni da gol e facendo fatica in difesa. Col passare dei minuti, il Chelsea si fa sempre più propositivo in attacco ma continua ad essere poco attento durante la fase difensiva, cosa che, insieme alla fatica di alcuni calciatori, porta gli uomini di Conte a subire il tris del team di Di Francesco. Infatti, la squadra della Capitale amplia ulteriormente il vantaggio, portandosi sul 3-0, grazie al gol di Diego Perotti al 63′. L’argentino è bravo a sfruttare l’errore di Fabregas in fase di palleggio e a far ripartire la squadra, proponendosi in attacco con un’azione personale. L’ex Genoa semina Pedro e, successivamente, vince il duello 1 vs 1 con Courtois, che si fa sorprendere con un tiro sul primo palo, in occasione del quale avrebbe potuto fare di meglio. A questo punto, aumentano ulteriormente le difficoltà di un Chelsea in panne, incapace di reagire come si deve e di rendersi realmente pericoloso. Gli inglesi provano a riaprire il risultato o, almeno, a segnare il gol della bandierina, ma falliscono ripetutamente e rischiano addirittura di subire il quarto gol da parte della Roma.

Grande vittoria, dunque, per i giallorossi, che contro i Blues calano il tris e si guadagnano tre punti importantissimi e che permettono alla squadra di superare proprio i londinesi nella classifica del gruppo C e salire alla prima posizione con 8 punti. Intanto, nell’altra sfida del gruppo, l’Atletico Madrid non va oltre l’1-1 con il Qarabag, autore di una grande prestazione.

Ecco il tabellino e le pagelle del match:

ROMA (4-3-3): Alisson 6.5; Florenzi 6.5 (76′ Manolas 6), Fazio 6.5, Juan Jesus 7, Kolarov 6.5; Strootman 6, De Rossi 6.5, Nainggolan 6.5; Perotti 7(87′ Pellegrini S.V.), El Shaarawy 8 (75′ Gerson 6), Dzeko 7.5. A disposizione: Gonalons, Manolas, Moreno, Pellegrini, Gerson, Skorupski, Under. Allenatore: Eusebio Di Francesco

CHELSEA (3-4-3): Courtois 5; Rudiger 4.5, Cahill 6 (56′ Willian 6), David Luiz 5.5; Azpilicueta 5.5, Fabregas 5 (71′ Drinkwater 6), Bakayoko 6, Marcos Alonso 5.5; Pedro 5.5, Morata 5.5 (75′ Batshuayi S.V.), Hazard 6.5. A disposizione: Batshuayi, Willian, Caballero, Christensen, Drinkwater, Kenedy, Zappacosta. Allenatore: Antonio Conte

ARBITRO: Jonas Eriksson (Svezia)

MARCATORI: 1′ e 36′ El Shaarawy, 63′ Perotti

AMMONITI: – 

ESPULSI: – 

NOTE: Possesso Palla: 49% – 51%; Tiri: 13 – 14; Punizioni battute: 12 – 7; Angoli: 5 – 3; Fuorigioco: 2 – 4; Falli: 5 – 8; Recupero: 1 minuto primo tempo, 2 minuti secondo tempo.

TOP 90ESIMO:
Roma:
Stephan El Shaarawy – 8: Ottima prestazione da parte del Faraone, che mette la partita sui binari giusti per i giallorossi con una grande doppietta. Quantità e qualità sul fronte d’attacco, si muove molto e si rende spesso immarcabile per i difensori del Chelsea.

Chelsea:
Eden Hazard – 6.5: Il belga è l’unico a rendersi veramente pericoloso per la difesa giallorossa, che nel primo tempo non riesce a contenerlo e spesso incappa in errori, poi corretti. Ci prova in tutti i modi, ma le sue abilità da singolo non sono sufficienti da sole per strappare un risultato positivo contro una Roma nettamente superiore.

FLOP 90ESIMO:
Roma: –

Chelsea:
Antonio Rudiger – 4.5: Prestazione negativa per l’ex di turno, che contro i suoi vecchi compagni di squadra incappa spesso in ingenuità che, come abbiamo visto, sono costate care per i londinesi. Appare spesso distratto e non è in grado di svolgere i compiti assegnatigli da Conte, rendendosi protagonista in negativo, in occasione del secondo gol dei padroni di casa, con una lettura difensiva errata.

CONDIVIDI