Il tecnico della Roma Luciano Spalletti, intervistato dai microfoni di Mediaset Premium, ha commentato la vittoria di questa sera contro la Juventus.

Ecco le sue parole, riportate da tuttomercatoweb.com: “Le complicazioni sono sempre le stesse, quando devi vincere le partite ed hai un avversario forte come il Napoli che ti crea problemi di gara in gara. Abbiamo fatto una partita da squadra tignosa, anche se avevamo tante defezioni. Abbiamo saputo soffrire con durezza, restando con la testa lucida dentro la partita. Non è la vittoria a fare la differenza, ma la dimostrazione di che persone siamo. Abbiamo la perseveranza di voler lavorare credendo di poter raccogliere prima o poi un obiettivo, ed abbiamo la possibilità di arrivare secondi contro avversari che hanno quell’animaletto dentro lo stomaco, che sanno vincere. Banti ha arbitrato bene, ed ha adottato sempre lo stesso metro di valutazione. Perotti ha bisogno della palla sui piedi e dello spazio per puntare. Chiedendogli altro non lo metti a suo agio, ha fatto una partita buona ma inferiore a quanto può fare. Le sue qualità sono ben delineate. Una grande partita sotto l’impegno e il sacrificio. Abbiamo da vincere queste due partite e serve la visuale lucida, senza buttare nel mezzo futuro e contratti, che alzerebbero solo polvere. Parole su Sabatini? Ho detto la verità alla domanda se mi piacerebbe lavorarci o no. Poi potevo dire una bugia e voi avreste potuto chiederlo a Sabatini… Ad inizio gara non riuscivamo a difendere bene in avanti, né ad uscire con la palla pulita, ma abbiamo trovato il bandolo di una matassa non facile da sbrogliare”.

CONDIVIDI
Classe 1997, studente di Culture Digitali e della Comunicazione presso l'Università Federico II di Napoli. Da sempre appassionato di calcio, con il sogno di diventare giornalista. Web content e Social Media Manager per il Napoli Calcio a 5.

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008