E’ ormai noto a tutto che il discorso razzismo sui campi di calcio d’Italia, ma anche al di fuori dei vari stadi e anche al di fuori dell’ambito calcistico e sportivo, va avanti da un po di tempo e si è rivelato come un ostacolo difficile da superare, con diversi calciatori rimasti profondamente offesi da quanto accaduto, come, ad esempio, Sulley Muntari, vittima recente di questa bruttissima forma di discriminazione.
Di tutto ciò ha parlato uno dei tanti calciatori stranieri e di colore presenti nel nostro campionato, ossia Antonio Rudiger.
Il calciatore tedesco di proprietà della Roma ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni della Bild, parlando proprio del razzismo in Italia e dicendo che è un grosso problema per il quale dovrebbe intervenire concretamente la Figc o, se quest’ultima non dovesse farlo, la Fifa.
Ecco le parole di Rudiger:
“Non posso e non devo nascondere nulla. Perché io sono parte di questa cosa. Il razzismo è un grosso problema qui, incidenti come quello con Benatia o contro di me semplicemente si verificano spesso in questo paese. Se la Federazione italiana non fa nulla, la Fifa deve agire. È facile arrivare alla campagna No al razzismo, ma quando non fai niente di concreto, allora questo non aiuta. È facile per le persone dall’esterno che non hanno lo stesso nostro colore della pelle dire di stare tranquillo e di non ascoltare. Ma così le cose non cambieranno”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008