Al termine dell’allenamento mattutino svolto a Boston, Diego Perotti, attaccante della Roma, ha parlato ai microfoni dei cronisti presenti del momento della formazione capitolina. Queste le parole dell’argentino, raccolte da Vocegiallorossa.it:

I passi in avanti del gruppo?
“Abbiamo fatto una buona partita con il Paris Saint-Germain, non è stato il risultato che volevamo ma loro avevano iniziato la preparazione prima di noi e non abbiamo sofferto molto. Ci sono tante cose da migliorare, l’allenatore è nuovo e dobbiamo capire cosa voglia ma stiamo dando tutto e finora abbiamo capito un po’ quello che il mister chiede: squadra corta, pressione alta, giocare sempre in avanti, puntare l’uomo e tagliare dentro”.

Come vedi il gruppo con l’arrivo dei nazionali e dei nuovi acquisti?
“Molto bene, ora sarà tutto più facile con loro. Erano in tanti che mancavano, i nuovi acquisti si stanno adattando bene per capire e coloro che sono arrivati cercano come di capire quello che vuole il mister. Non è stato facile nemmeno per noi, il suo gioco è diverso da quello di Spalletti, quindi penso che stiamo dando il meglio per fare bene questa partita e fare una buona preparazione, in vista della prossima stagione, che sarà dura”.

Qualche indicazione su Ünder?
“È fortissimo, ha un buon piede sinistro, ha velocità, magari è un po’ piccolo e gli manca un po’ di esperienza nel contatto, deve guadagnare un po’ di muscoli ma quando uno è bravo si vede subito, abbiamo capito che sarà un giocatore importante per noi”.

Senti un po’ l’orgoglio per aver riportato la Roma in Champions?
“Sicuramente, quello è stato il momento più importante della mia stagione a Roma. È vero che sarebbe stato meglio e meno sofferto vincere prima e non così, ma quello con il Genoa è stato il gol più importante dal mio arrivo alla Roma, anzi della mia carriera. È un orgoglio aver conquistato la qualificazione alla Champions”.

Fisicamente come stai, visto che non hai saltato un allenamento dall’inizio della preparazione?
“Anche l’anno scorso ho giocato quasi sempre, poi ci sono stati gli infortuni, magari ho sofferto qualcosa ma ho giocato quasi 40 partite. Mi sono allenato bene in vacanza per farmi trovare in forma. Stiamo lavorando bene e siamo pronti per una stagione che sarà molto bella”.

CONDIVIDI

Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.novantesimo.com/home/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008