Roma, Pallotta non ci sta: “Scuse del Barcellona? Accetto se mi danno Messi”

pallotta
James Pallotta

E’ una ferita che brucia ancora tanto in casa Roma quella del mancato arrivo di Malcom, con giallorossi che sono stati beffati proprio quando sembrava tutto fatto a causa dell’inserimento del Barcellona.

Ne ha parlato poco fa il presidente James Pallotta, il quale ha parlato così ai microfoni della radio Sirius XM Channel 157: “Il Barcellona è intervenuto in maniera poco etica. La mattina Monchi era in video conferenza con l’agente, l’accordo era fatto. Abbiamo ricevuto una consulenza legale, sembra che il Bordeaux sarà chiamato a testimoniare

Ieri il Barcellona si è scusato con noi, ma io non accetto le loro scuse. L’unico modo per farmele accettare è se decidono di mandarci Messi. Chiusi i rapporti col Barcellona? Con il Barcellona non è chiusa, sono più grandi di noi. Avremo accordi con loro in futuro”.

Sulla cessione di Nainggolan: “Abbiamo dovuto scegliere, ci sono diversi aspetti tra cui la sua età. Non conosco tutti i problemi, ma Di Francesco ha deciso che fosse arrivato il momento”.

Sull’arrivo di Pastore: “Avevamo bisogno di un giocatore che distribuisse palloni a tutti i talenti che abbiamo davanti”.

Sulla cessione di Alisson: “Forza, siamo seri: 70 milioni sono tanti. La difesa? Stiamo cercando di migliorare la partenza della manovra da dietro, con cui abbiamo lottato l’anno scorso”.

Chiusura sui lavori di ristrutturazione svolti a Trigoria: “L’abbiamo totalmente ricostruita quest’estate. Da quanto so, è tutto di prima classe”. A riportare è Calciomercato.com.

Guarda Anche...

CONDIVIDI
Classe 1998, studio Lettere Moderne. Napoletano di nascita ma fedele e viscerale interista dall'infanzia. La profonda passione per il calcio è una costante della mia vita. Amo la scrittura e le lingue straniere, in particolar modo lo spagnolo e il francese.